Parla tedesco il Riviera International Film Festival 2020, Claudia Gerini conquista tutti

0
Riviera International Film Festival

Il film tedesco Relativity di Mariko Minoguchi ha vinto l’edizione 2020 del Riviera International Film Festival di Sestri Levante, mentre il premio per il miglior documentario è andato all’italiano Strike! – Fighting for the Future di Francesca Floris, Pietro Jellinek e Davide Petrosino. I riconoscimenti del pubblico sono invece andati al film polacco Supernova di Bartosz Kruhlik e al documentario statunitense (prodotto da Rosario Dawson) The Need to Grove di Rob Herring e Ryan Wirick.

La premiazione si è tenuta ieri sera nella sala Agave dell’ex Convento dell’Annunziata: inizialmente era prevista all’Arena Conchiglia, ma il maltempo ha costretto gli organizzatori al trasloco. L’edizione di quest’anno è stata chiaramente la più complicata della breve storia della manifestazione dedicata ai registi con meno di 35 anni. Originariamente previsto a maggio, il Festival si è tenuto in realtà on-line: solo sul sito della manifestazione è stato possibile vedere i film e i documentari in concorso. Ieri sera, dopo la premiazione, c’è stata la proiezione dei due lavori vincitori.

La serata è stata presentata da Massimo Santimone, programmer del Festival, ed ha avuto come ospite d’onore Claudia Gerini, alla quale è stato assegnato l’Icon Award. L’attrice è arrivata a Sestri Levante dal set della commedia Lasciarsi un giorno a Roma, che sta girando diretta da Edoardo Leo: il titolo richiama chiaramente una celebre canzone di Niccolò Fabi e vede Claudia Gerini nei panni del sindaco di Roma. «Questo festival è una realtà preziosa – ha detto l’attrice – Promuovere il cinema under 35 è una cosa meritevole. I giovani talenti vanno sempre sostenuti».

Riviera International Film Festival

La cerimonia di premiazione si è aperta con un omaggio al personale sanitario che, negli ultimi mesi, è stato in prima fila nella lotta al Covid-19. Un momento di forte impatto emotivo. «Questa – ha affermato Stefano Gallini-Durante, ideatore e presidente della manifestazione – è la serata più bella ed importante della storia del festival».

Relativity, il film vincitore, ha come attori protagonisti Saskia Rosendahl e Edin Hasanovic. Questa la sinossi del film: Nora e Aron si incontrano in metropolitana in un giorno di pioggia: è amore a prima vista. Un incontro del tutto casuale, dice Nora. Tutto è guidato dal destino, dice Aron. Ma poi, la giovane coppia si ritrova coinvolta in una rapina in banca. Aron viene ucciso da uno dei rapinatori mascherati e muore tra le braccia di Nora. Per lei il tempo si ferma. Cerca di alleviare il suo dolore passando una notte con uno sconosciuto, Natan, che le offre sostegno e stabilità. Ha la strana sensazione di conoscerlo già, senza rendersi conto di ciò che realmente condividono…

Strike! – Fighting for the Future, il documentario vincitore, ha invece per protagonisti tre giovani che decidono che è giunto il momento di impegnarsi attivamente nella lotta contro il cambiamento del clima.

L’albo d’oro del Riviera International Film Festival:

MIGLIOR FILM
2020: Relativity di Mariko Minoguchi
2019: Sons of Denmark di Ulaa Salim
2018: Filthy di Tereza Nvotová
2017: El abrazo de la serpiente di Ciro Guerra

MIGLIOR REGISTA
2020: non assegnato
2019: Tamas Yvan Topolanszky (Curtiz)
2018: Elene Naveriani (I am a Drop of Sun of Earth)
2017: Amanda Kernell (Sami Blood)

MIGLIOR ATTORE
2020: non assegnato
2019: Guillaume Gouix (Paper Flags)
2018: Sebastien Dewaele, Sam Louwyck e Wim Willaert (Cargo)
2017: Daniil Vorobyev (Out of love)

MIGLIOR ATTRICE
2020: non assegnato
2019: Noémie Merlant (Paper Flags)
2018: Sara Forestier (M)
2017: Baya Medhaffer (Appena apro gli occhi)

PREMIO DELLA GIURIA
2020: non assegnato
2019: Gwen di William Mc Gregor
2018: non assegnato
2017: Baden Baden di Rachele Lang (come “menzione della giuria”)

ACHIEVEMENT AWARD
2020: non assegnato
2019: Fanni Metelius (The Heart)
2018: non assegnato
2017: non assegnato 

SKY SPECIAL AWARD
2020: non assegnato
2019: Summer Survivor di Marija Kavtaradze
2018: non assegnato
2017: non assegnato

PREMIO DEL PUBBLICO – SEZIONE FILM
2020: Supernova di Bartosz Kruhlik
2019: Hopelessly Devout di Marta Diaz de Lope Diaz
2018: Filthy di Tereza Nvotová
2017: Sami Blood di Amanda Kernell

PREMIO DEL PUBBLICO – SEZIONE DOCUMENTARI
2020: The Need to Grove di Rob Herring, Ryan Wirick
2019: non assegnato
2018: non assegnato
2017: non assegnato

MIGLIOR DOCUMENTARIO
2020: Strike! – Fighting for the Future di Francesca Floris, Pietro Jellinek, Davide Petrosino
2019: Chasing The Thunder di Marc Levin
2018: Blue di Karina Holden
2017: non assegnato

PREMIO DELLA GIURIA DEGLI STUDENTI
2020: non assegnato
2019: Chasing The Thunder di Marc Levin
2018: Living in the Future’s Past di Susan Kucera
2017: non assegnato

PREMIO ALLA CARRIERA
2020: non assegnato
2019: Eddy Moretti
2018: Matthew Modine
2017: non assegnato

ICON AWARD:
2020: Claudia Gerini
2019: Claire Forlani
2018: non assegnato
2017: non assegnato

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome