“Accendiamo la musica” da Verona. Tutti gli eventi della settimana a sostegno dei lavoratori dello spettacolo

0
Accendiamo la musica

La musica riparte da Verona con una serie di eventi che hanno come scopo la raccolta fondi a favore dei lavoratori dello spettacolo, attraverso un numero solidale, 45588, attivo dal 1° al 21 settembre.
In un anno così particolare per il mondo intero, la musica reagisce, più unita che mai, partendo con i Seat Music Awards, il 2 e il 5 settembre, in diretta in prima serata su Rai Uno, con la conduzione di Carlo Conti e Vanessa Incontrada.

«Quest’anno vengo a Verona con uno spirito ben diverso, orgoglioso di condurre con Vanessa un evento così importante — esordisce Conti. Abbiamo la consapevolezza di fare qualcosa di concreto per i tanti lavoratori dello spettacolo, colpiti dallo stop causato dal Covid; ovviamente tutti i cantanti daranno un loro contributo personale alla causa».

Non ci saranno i premi, come ribadisce la Incontrada, ma simbolicamente saranno i cantanti a dedicare le loro esibizioni ai lavoratori dello spettacolo. Il palco centrale è un’altra novità di questa edizione, che vede coinvolti 70 artisti e la possibilità di ospitare il pubblico con 4mila presenze garantite.

«Dobbiamo assegnare a questa settimana veronese anche un sentimento di coraggio, come cita la canzone di Fiorella Mannoia “Il peso del coraggio”», sottolinea Stefano Coletta, direttore di Rai Uno. «Questo evento si trasferisce per la prima volta a settembre, e arriva in un momento in cui tutti noi ci sentiamo confusi. L’evento continua ad avere una matrice di servizio pubblico, e ci dà l’energia per dimostrare che anche attraverso questa pagina storica drammatica abbiamo dei valori che dobbiamo perseguire».

Ripartire con la musica, anche con la stagione televisiva, assume un significato speciale, e scegliere l’Arena di Verona (patrimonio dell’umanità) come teatro della ripartenza è un ulteriore fiore all’occhiello per il Paese, dopo l’esibizione di Diodato in pieno lockdown in un anfiteatro “riempito” solo dalle note delle sue canzoni.
Per Verona questa è una doppia ripartenza, in quanto la città è stata segnata anche da un violento nubifragio, nei giorni scorsi, come ricorda il Sindaco Federico Sboarina.

Per la prima volta i tre principali organizzatori di eventi italiani (Friends & Partners, Live Nation, Vivo Concerti) si sono riuniti per dare vita alla settimana veronese.
«A Verona saranno impiegati 1415 lavoratori dello spettacolo. Sicuramente non è il numero degli invisibili che dobbiamo aiutare —  chiarisce Ferdinando Salzano (Friends&Partners) — ma è comunque un segnale importante».
«I numeri sono significativi, sono l’esempio delle persone che la musica riesce a far lavorare», gli  fa eco Roberto De Luca (Live Nation). «I cosiddetti “invisibili” per noi sono visibili eccome. Sono le persone che vediamo tutti i giorni, che permettono di tenere in piedi uno spettacolo e che in questo momento vanno aiutate. La crisi è grave per tutti noi ma anche per il territorio italiano, dove non arriveranno quest’anno centinaia di migliaia di euro che la musica permette di far ricadere nelle nostre città e location».

Ai due appuntamenti in prima serata, si aggiungerà una terza speciale data con Nek, il 6 settembre alle ore 16 su Rai Uno, Seat Music Awards – Viaggio nella musica.
«Sono molto emozionato, in televisione sono sempre stato ospite», dice il cantante. «Come molti voi amici giornalisti sapranno, ho detto più volte che sarebbe stato curioso mettermi alla prova in questa nuova veste. Nella puntata di domenica ci saranno molte sorprese musicali, e parleremo delle storie dei lavoratori dello spettacolo, sconosciute ai più».

La scaletta delle serate è fatta su misura per l’evento, con un cast forte e adesioni straordinarie di artisti che non hanno nulla da promuovere, e che quindi partecipano con slancio puramente emotivo. Per la prima puntata è stata svelata la sigla speciale che accompagnerà il live, Canzone di Lucio Dalla, interpretata da Francesco De Gregori e Antonello Venditti.

Gli artisti presenti sul palco mercoledì 2 settembre saranno Alessandra Amoroso, Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Andrea Bocelli, Riccardo Cocciante, Francesco De Gregori e Antonello Venditti, Elisa, Emma, Tiziano Ferro in collegamento da Los Angeles, Ligabue, Fiorella Mannoia, Gianni Morandi, Gianna Nannini, Eros Ramazzotti, Zucchero, ma anche Amadeus, Giorgio Panariello, Leonardo Pieraccioni e Ficarra e Picone. Fiorella Mannoia presenterà tra l’altro il suo nuovo inedito Chissà da dove arriva una canzone, scritto per lei da Ultimo, proprio per la prima volta live il 2 settembre ai Seat Music Awards.

Sabato 5 settembre invece vedremo Achille Lauro, Annalisa, Malika Ayane, Baby K, Bomdabash con Alessandra Amoroso, Gigi D’Alessio, Fred De Palma, Diodato, Giusy Ferreri, Francesco Gabbani, Ghali, Il Volo, Irama, J-Ax, Levante, Mamhood, Marco Masini, Ermal Meta, Mika e Michele Bravi, Modà, Fabrizio Moro, Nek, Enrico Nigiotti, Tommaso Paradiso, Piero Pelù, Max Pezzali, Raf con Tozzi, Francesco Renga, Riki, The Kolors e Enrico Brignano.

Oltre ai Seat Music Awards ci saranno altri due eventi che conservano lo scopo di sostenere i lavoratori dello spettacolo grazie al fondo Music Innovation Hub.

Il 3 settembre Chi vincerà la partita del cuore? si infila «in punta di piedi in questo percorso in musica, con una data dal meccanismo calcistico, spiega Gianluca Pecchini (Nazionale Cantanti).
La formula della partita del cuore (condotta da Carlo Conti, in prima serata su Rai Uno) è completamente rivista, e si schiera affianco dei lavoratori dello spettacolo con quattro squadre, capitanate da Alessandra Amoroso, Raoul Bova, Gianni Morandi e Salmo.
I primi nomi che andranno a comporre le squadre sono quelli di Pio e Amedeo, Milena Bartolini (Amoroso), Paolo Maldini e Stefano Pioli (Raoul Bova), Paolo Bonolis e Dida (Morandi), Eros Ramazzotti e Giletti (Salmo).

Chiude la settimana veronese Heroes, il primo grande concerto italiano in live streaming, previsto dalle ore 19 di domenica 6 settembre.

Il cast prevede l’alternarsi di 40 artisti: Achille Lauro, Afterhours, Aiello, Anastasio, Anna, Brunori Sas, Cara, Coez, Coma Cose, Diodato, Elodie, Eugenio In Via Di Gioia, Fedez, Frah quintale, Francesca Michielin, Franco126, Gaia, Gazzelle, Gemitaiz&Madman, Ghali, Ghemon, Levante, Madame, Mahmood, Margherita Vicario, Marlene Kuntz, Marracash, Mecna, Michele Bravi, Mostro, Nitro, Pinguini Tattici Nucleari, Priestess, Random, Rocco Hunt, Salmo, Selton, Shiva, Subsonica, The Kolors, Tommaso Paradiso e Willie Peyote. Lo streaming sarà disponibile via web su Futurissima.net, e tramite app mobile su A-LIVE.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome