La grande festa di Udine per il compleanno di Freddie Mercury

0
Freddie Mercury
Foto di Valerio Greco

Oltre duecento persone hanno festeggiato a Udine quello che sarebbe stato il 74° compleanno di Freddie Mercury. L’ospite d’onore è stato Peter Freestone, assistente personale per 12 anni del leader dei Queen. L’evento, organizzato da MovieTravel, un team di consulenti di viaggio a tema cinematografico, in collaborazione con il tour operator di Udine Mundoescondido, ha trasformato per tre giorni il capoluogo friulano nella capitale dei fan dei Queen.

Punto di partenza dell’iniziativa è stato Freddie Mercury’s Royal Recipes, il libro di ricette in cui Peter Freestone ha raccolto alcuni dei piatti più amati dal leader dei Queen da lui stesso cucinati nel corso degli anni vissuti a Garden Lodge – la casa londinese di Freddie – che per l’occasione è stato presentato per la prima volta in Italia.

Foto di Valerio Greco

Una trentina di fortunati partecipanti hanno preso parte ad un corso veramente unico: una masterclass di cucina in cui Freestone ha raccontato aneddoti e curiosità sulle abitudini culinarie di Freddie Mercury e che ha visto il suo apice nel pranzo di sabato 5 settembre, giorno in cui Freddie avrebbe compiuto 74 anni. Il menù del pranzo di compleanno – cucinato dallo chef Alessandro Saccavino dell’Ambassador Palace Hotel di Udine – è stato accuratamente scelto da Peter Freestone per fare in modo che i partecipanti al corso si sentissero come degli invitati a Garden Lodge.

Aperte ad un pubblico più ampio sono state le due cene esclusive dove sono stati proposti piatti che sono stati assaggiati e gustati da Freddie a Garden Lodge. L’idea era quella di fare in modo che i partecipanti si avvicinassero al lato più autentico di questo mito della musica contemporanea, scoprendo quali erano i suoi piatti preferiti. I piatti, tratti dal libro di ricette di Peter Freestone, sono stati rielaborati dallo Chef Roberto Gruden, che ne ha mantenuto i sapori originali.

La prima cena, quella di venerdì 4 settembre, si è svolta al Castello di Udine, cuore del capoluogo friulano. Dopo aver gustato piatti che si rifacevano al periodo passato in Spagna da Freddie Mercury o altri, come la mousse dal cioccolato ideata da Joe Fanelli, le potenti voci del coro gospel The NuVocies Project hanno omaggiato i Queen proponendo dal vivo alcuni dei loro brani più famosi come Bohemian Rhapsody, Somebody to Love e Let Me Live.

La serata è terminata con la coinvolgente esibizione di Milan Šatník, cantante e comparsa in Bohemian Rhapsody, che con la sua incredibile voce ha reinterpretato alcune delle canzoni più amate della band inglese. Šatník a sorpresa ha anche registrato una parte del suo nuovo videoclip cantando tra il pubblico che ha partecipato alla serata successiva.

Foto di Valerio Greco

Sabato 5 settembre i festeggiamenti si sono svolti nella splendida cornice di Villa Tissano, dove immersi nel verde, a pochi chilometri da Udine, i partecipanti hanno preso parte a una cena esclusiva per celebrare il compleanno di Freddie Mercury. Nel menù della serata piatti come i cheesy pastry things, tratti da una ricetta della madre, o il beef goulash, cucinato solitamente da Barbara Valentin, hanno fatto scoprire ai partecipanti – molti dei quali vestiti con i look del leader dei Queen – i sapori preferiti da Freddie. A sorpresa, insieme alla cherry and almond cake scelta da Peter Freestone per la serata, è stata portata una torta creata apposta per l’occasione.

Freddie amava le torte di compleanno e di anno in anno ne proponeva sempre di più spettacolari e con forme diverse. Quella ideata da Silvio Toso, appassionato dei Queen e collaboratore di MovieTravel, aveva come soggetto le carpe koi che nuotano nel laghetto del giardino di Garden Lodge. Fonte di ispirazione per questa idea è stata una foto scatta da Irene Zenarolla nel giardino della casa di Freddie Mercury nel settembre del 1992, a pochi mesi dalla sua scomparsa.

Durante la serata l’esibizione live dei Toys, famosa tribute band dei Queen, ha scaldato i cuori del pubblico, che si è scatenato fino a sera inoltrata sulle note delle hit più famose della band inglese.

Ad allietare entrambe le serate con la sua simpatia e la sua energia Stefano Del Fabro, applaudito cosplayer che per l’occasione ha vestito due dei look più noti di Freddie Mercury: quello del Live Aid, con la ormai iconica canotta bianca, e il famoso mantello regale con l’immancabile corona, logo della band disegnato dallo stesso Mercury.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome