Ligabue: questa sera va in onda “Radiofreccia”

0
Ligabue Radiofreccia

Un film che racconta una generazione, quella degli anni ’70, ma ci dice molto anche di quelle successive. Perché Radiofreccia, il primo film di Luciano Ligabue che lanciò definitivamente Stefano Accorsi, non è un film generazionale, ma un racconto di vita, con tutte le sue sfumature. Amore, amicizia, prime volte, musica, radio libere, la provincia emiliana.  Tutto raccontato partendo dalla sua Correggio, con tenerezza e nostalgia.

Un film che, come ha raccontato spesso lo stesso Luciano, “lo ha fatto invecchiare di 10 anni”, e che è entrato nel cuore dei fan di Luciano e non solo.  Oltre ai riconoscimenti ufficiali (David di Donatello, Nastri d’argento e Ciak d’oro), Radiofreccia ha il merito di essere un film sincero, con una storia che poteva essere raccontata solo da Luciano.

Il suo sguardo amorevole e critico allo stesso tempo, la conoscenza approfondita di quei mondi con i loro pregi e difetti, ha fatto sì che, nonostante fosse la sua prima regia, potesse essere l’unico in grado di raccontare Freccia e i suoi amici. Partendo dai racconti di Fuori e dentro il borgo possiamo vedere sullo schermo, in carne e ossa, buona parte dei personaggi che Luciano ha raccontato nelle canzoni dei primi album, dando loro una dignità definitiva, una sorta di “immortalità “.

La storia di Radiofreccia può essere quella di ognuno di noi a 18/20 anni: le paure, le incertezze, gli sbagli, la voglia di futuro, di scappare via da realtà che si sentono troppo strette per i propri sogni, tutto è uguale nonostante gli anni che passano, poco importa dell’evoluzione e del progresso.

Se volete fare un tuffo negli anni ’70 e nella buona musica, tra risate e qualche lacrima, potrete rivedere Radiofreccia questa sera alle ore 21 e 10 su Rai Movie.

Per chi magari non avesse mai visto questo film, il famoso “Credo” di Freccia, il protagonista, potrebbe essere una buona motivazione.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome