Bon Jovi, 2020 è il nuovo album: «Questa non è la mia preghiera, è solo un pensiero che voglio inviare»

0
bon jovi 2020 nuovo album
Bon Jovi

I Bon Jovi presentano il nuovo album 2020, una sorpresa per il loro pubblico, in quanto era previsto per il 15 maggio.

Sicuramente, una bella notizia in questo periodo in cui l’incertezza sembra aver preso possesso del nostro pianeta e questo album tiene fermi quei punti essenziali di cui abbiamo bisogno.

In quest’ultimo progetto discografico, il quindicesimo album in studio per Island Records, ancora una volta la band del New Jersey racconta la contemporaneità con una lente di ingrandimento che scruta i sentimenti e li trasforma in parole, melodie, accordi dettati da ritmi decisi, determinanti.

2020 è la cronaca di questo anno, dall’emergenza sanitaria, la morte George Floyd e alle conseguenti proteste per l’uguaglianza razziale fino alle nuove elezioni per gli USA, descritto in brani come American Reckoning e Do What You Can.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

I Bon Jovi sono una di quelle band che da sempre ha messo al centro l’umanità, spogliandola di tutte le maschere e strutture, proprio come ha commentato USA Today: “Nessuna band ha dimostrato più empatia con la sua gente, dando speranza in un periodo di incertezze e assicurando un attimo di conforto ai fan durante le prime settimane di pandemia”.

Bon Jovi, 2020: la tracklist 

Limitless (Jon Bon Jovi, Billy Falcon, John Shanks)
Do What You Can (Jon Bon Jovi)
American Reckoning (Jon Bon Jovi)
Beautiful Drug (Jon Bon Jovi, Billy Falcon, John Shanks)
Story of Love (Jon Bon Jovi)
Let It Rain (Jon Bon Jovi)
Lower the Flag (Jon Bon Jovi)
Blood in the Water (Jon Bon Jovi)
Brothers in Arms (Jon Bon Jovi)
Unbroken (Jon Bon Jovi)

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Irma Ciccarelli
Classe 93, anno in cui David Bowie pubblica Black Tie White Nois. Campana di nascita, adottata dalla toscana Cortona (sì, la stessa di Jovanotti), da qualche anno vivo a Milano, di cui mi sono innamorata il 29 giugno del 2013. Perché ricordo la data? Perché a San Siro c’erano i Bon Jovi a infiammare il palco, ed io ero lì a sognare di intervistare la band. Ed eccomi qui: giornalista e studente di musicologia, il mio mantra è Long Live Rock, ma guai a chi disprezza i cantautori….e Beethoven (non il cane).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome