Milano, Bauli in piazza: protesta dei lavoratori dello spettacolo. Replay a Roma?

0
Bauli in piazza

Ieri pomeriggio in Piazza Duomo, a Milano, è andato in scena il flash mob dei lavoratori dello spettacolo, #bauliinpiazza.

La manifestazione ha radunato 1.300 persone, in rappresentanza dei 570 mila a rischio, e cinquecento bauli neri (contenenti tutta la strumentazione necessaria per allestire gli spettacoli) schierati per denunciare la crisi del settore, nata in seguito allo scoppio della pandemia.

Bauli in piazza
Saturnino

Musicisti, organizzatori di eventi, tecnici, tutti vestiti di nero (“a lutto”), con l’hashtag “noi facciamo eventi”, hanno suonato i loro bauli come dei tamburi, alternando momenti di silenzio ad applausi, al rumore delle mani che battevano sui loro flight case. Al centro è stato inoltre posizionato un bauli rosso in rappresentanza di tutti i colleghi che non ci sono più.

Bauli in piazza
Andy – Bluvertigo

Lo scopo della manifestazione è richiamare pacificamente l’attenzione del Governo: “Da adesso in poi è necessario instaurare un tavolo di lavoro con le istituzioni – dichiarano gli organizzatori. “Tutti i rappresentanti del settore degli eventi, concerti, congressi, spettacoli e fiere e il Ministero dei Beni delle attività culturali e del turismo, il Ministero delle attività produttive ed il Ministero della Sanità. Ora più che mai è necessario mettere punti fermi e lavorare compatti per individuare una meta temporale e delle regole in grado di permettere al comparto di ricominciare a lavorare in sicurezza e in maniera economicamente sostenibile. Da oggi deve iniziare un percorso graduale, ma determinato, per rimettere in piedi il settore”.

Un unico settore, un unico futuro”, recita uno degli striscioni della manifestazione, a cui hanno dato appoggio pubblicamente diversi artisti: da Laura Pausini a Eros Ramazzotti, passando per Saturnino, Tiziano Ferro, Cesare Cremonini e Bugo.

Ventilata l’ipotesi di un replay della manifestazione a Roma.

Bauli in piazza
Edy Campo

Chiudiamo con un video che documenta quanto è successo.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome