Prima, Donna. Margaret Bourke-White in 11 film

Dal 13 al 23 ottobre 2020 alla Cineteca Milano MIC una rassegna dedicata alla figura femminile più rappresentativa del fotogiornalismo internazionale

0
Fotografia di Margaret Bourke-White

In occasione della mostra di Palazzo Reale Milano in calendario fino al 14 febbraio 2021

Nata nel Bronx, New York, il 14 giugno 1904, Margaret Bourke-Withe già al college frequenta corsi di fotografia per poi abbracciare la professione nel 1927 scattando immagini industriali in un settore, dove il predominio maschile è assoluto. La Bourke grazie alla sua tenacia, alla sua ambizione e alle sue spiccate doti artistiche e compositive, riesce a realizzare grandi reportage fotografici per le testate più importanti come Life e Fortune, immortalando per sempre istanti unici della storia contemporanea. La rassegna cinematografica del MIC ci propone 11 gruppi tematici delineati dalla mostra di Palazzo Reale, che rintracciano il filo del percorso esistenziale della fotografa americana. Ogni film è idealmente legato a una sezione, rappresentandone in modo visivo ed emozionale il momento storico o personale che Margaret Bourke-White ha scelto consapevolmente di immortalare attraverso i suoi scatti.
Si inizia martedì 13 ottobre ore 15.00 con l’anteprima ad ingresso libero del film Double Exposure: the Story of Margaret Bourke White, un biopic realizzato da Lawrence Shiller nel 1989 e mai distribuito in Italia, in cui la star internazionale Farrah Fawcett interpreta magistralmente la vita e la carriera della fotografa americana. Tra gli altri titoli in cartellone Gandhi di Richard Attenborough, 1982, in cui si racconta il periodo dell’artista trascorso seguendo il Mahatma e l’opera La via del tabacco di John Ford, tratta dall’omonimo romanzo di Erskine Caldwell, marito di Margaret. Da segnalare anche Notte e nebbia di Alain Resnais, 1955, con materiali d’archivio incentrati sulle atrocità compiute dai nazisti, sulla vita nei lager e sugli internati e Patton, generale d’acciaio, 1970 di Franklin J. Shaffner, ritratto a tutto tondo del più famoso comandante delle truppe corazzate americane durante la seconda guerra mondiale.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome