Un video su Spotify rivela il nuovo album di Paul McCartney, “McCartney III”

0

Paul McCartney ama lasciare degli indizi ogni volta che sta per fare un grande annuncio. Qualche mese prima dell’uscita del suo ultimo album solista, “Egypt Station”, cancellò misteriosamente tutte le foto dal suo profilo Instagram, lasciando esclusivamente un’immagine apparentemente senza significato (che si sarebbe rivelato successivamente un dettaglio della copertina del disco).

Sono diverse settimane che, giorno dopo giorno, stanno aumentando i rumors su un probabile nuovo album, di cui si suppone anche la data di uscita, l’11 dicembre 2020. Il primo risale al 28 agosto quando la società che gestisce i siti web di McCartney comprò il dominio mccartneyiii.com. Successivamente Rusty Anderson, il chitarrista che lo accompagna sul palco da 19 anni, ha parlato apertamente, su un podcast su YouTube, di un nuovo album dicendo che «In realtà, data la sospensione a causa del Coronavirus, ha praticamente finito un disco, perché non aveva niente da fare se non andare in studio e registrare. Quindi ha fatto tutto da solo. Penso che ci sia una canzone su cui abbiamo lavorato, che abbiamo inciso prima».

L’ultimo indizio risale proprio a oggi, ed è stato rilasciato proprio dallo staff di Paul McCartney. Ascoltando su Spotify le canzoni degli album “McCartney” e “McCartney II” compare un dado, con il numero 3, che cade proprio sulla copertina del disco.

Che sia l’indizio che fa una prova? “McCartney III” seguirebbe i due album “McCartney” e “McCartney II” usciti rispettivamente nel 1970 e nel 1980.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Mattia Luconi
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome