Nomad. In cammino con Bruce Chatwin, il film di Werner Herzog

Il documentario del grande regista tedesco dedicato a uno dei grandi scrittori e viaggiatori del Novecento

0
Foto film Nomad: In The Footsteps Of Bruce Chatwin

La pellicola è nelle sale il 19-20-e 21 ottobre 2020 con Feltrinelli Real Cinema e Wanted

Nomad- In cammino con Bruce Chatwin è un omaggio a uno dei grandi scrittori e viaggiatori del Novecento, colui che è stato in grado di reinventare la letteratura di viaggio, scomparso prematuramente all’apice della sua carriera. In questo film è lo stesso Herzog a mettersi in cammino zaino in spalla sulle orme dell’amico Bruce nei luoghi raccontati nei suoi romanzi ed è sempre del regista tedesco l’inconfondibile e soave tono della voce narrante. Legati da una profonda amicizia, i due artisti negli anni si sono influenzati a vicenda: i primi film di Herzog hanno avuto una rilevante importanza per la scrittura di Chatwin, mentre il regista tedesco ha adattato Cobra Verde proprio da un romanzo dell’amico. Quando il leggendario scrittore e avventuriero stava morendo di AIDS, ha chiamato Werner per vedere il suo ultimo lavoro su una tribù del Sahara. In cambio, come regalo d’addio, gli ha donato il suo  zaino di cuoio. Quello zaino sarà con Herzog durante le riprese di Grido di pietra.

 Bruce Chatwin era uno scrittore unico – ha spiegato Herzog – ha trasformato racconti mitici in viaggi della mente. Avevamo spiriti affini, lui come scrittore, io come regista. Volevo realizzare un film che non fosse una biografia tradizionale ma con una serie di incontri ispirati dai viaggi e dalle idee di Bruce”.
Con questo documentario il cineasta ancora una volta mette in gioco tutto se stesso e il proprio desiderio di fare cinema.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome