Franceschini: «Un miliardo di euro per cultura e turismo»

0
cultura e turismo

Un miliardo a disposizione “da subito” per la cultura e il turismo, settori che stanno pagando pesantemente le conseguenze generate dal Covid 19, con chiusure di cinema e teatri, e sospensione di ogni tipo di spettacolo. Mentre proseguono i preparativi della manifestazione indetta dai sindacati, che il 30 ottobre porterà in decine di piazze italiane la protesta di centinaia di migliaia di lavoratori di cinema, teatri, sale da concerto fermati dall’ultimo dpcm, il ministro Franceschini annuncia che le risorse stanziate dal governo per dare un po’ di respiro ad un settore ridotto allo stremo saranno consistenti e immediate. 

La crisi però morde, così come i contagi. Il virus si espande a Milano tra i musicisti del Teatro alla Scala, dove il numero dei positivi è salito a 21. E colpisce anche a Napoli dove si sono scoperti infetti 12 artisti del San Carlo, il prestigioso teatro cittadino che proprio in questi giorni avrebbe dovuto ospitare tre concerti del maestro Riccardo Muti, protagonista di uno scambio epistolare con il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il ministro Franceschini sta incontrando le associazioni di categoria, inclusa una rappresentanza dei Bauli in piazza, associazione nata qualche settimana fa che ha organizzato una grande manifestazione durante la quale Piazza Duomo di Milano è stata letteralmente ricoperta di bauli. 

Grazie al decreto approvato questa sera in consiglio dei ministri, sottolinea il ministro Franceschini, il governo garantisce un “ristoro immediato per i teatri e i cinema chiusi dal dpcm della scorsa settimana, 1.000 euro per tutti i lavoratori autonomi e intermittenti dello spettacolo, proroga della cassa integrazione e indennità speciali per i settori del turismo”. Un pacchetto di misure, ribadisce, complessivamente “di oltre in miliardo di euro”. I fondi, assicura, “arriveranno in tempi rapidi dal momento che il sostegno avviene attraverso il rifinanziamento dei diversi fondi di emergenza contenuti nei precedenti decreti”.

In particolare, spiega, “vengono rifinanziati il Fondo emergenze cinema e spettacolo con 100 milioni di euro, il Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali con 50 milioni di euro, oltre 400 milioni di euro verranno indirizzati a un contributo a fondo perduto per le strutture ricettive e gli stabilimenti termali e 400 milioni al Fondo emergenze agenzie di viaggio, tour operator e guide turistiche”. 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome