Vasco Rossi: esaurita la versione da collezione di “Colpa d’Alfredo”, sarà eccezionalmente ristampata. Ma è giusto?

0
Colpa d'Alfredo

Esauriti in tempi record sia il cofanetto che il vinile di Colpa d’Alfredo, il terzo disco di Vasco Rossi pubblicato in versione da collezione da Sony Music (Legacy Recordings) per la serie R> PLAY dedicata ai 40esimi anniversari degli album da studio dell’artista. Un caso unico in Italia per un disco di catalogo.
Per accontentare i fan che non sono riusciti ad acquistarlo, le due versioni (in edizione limitata) verranno ristampate in via eccezionale. Saranno disponibili il 29 gennaio 2021, e ordinabili in preorder a questo link.

Dei contenuti del cofanetto abbiamo parlato già diffusamente qui, ma vista la notizia odierna sulla ristampa una considerazione è obbligatoria: se un cofanetto viene prodotto in tiratura limitata ed ha anche un prezzo decisamente alto a causa di questo (visto che il valore della somma degli oggetti al suo interno non giustifica affatto una spesa di circa 90 €), nel momento in cui il prodotto viene esaurito è esaurito e non deve essere ristampato. Punto.
Non esiste la scusa di “ristampare per i fan”, altrimenti la tiratura limitata e “l’esclusività” dell’oggetto diventano ipocrite parole al vento solo per vendere qualche copia in più, di fatto prendendo in giro chi aveva fatto un acquisto con uno spirito da collezionista, sapendo che finite quelle copie a disposizione non ce ne sarebbero state altre.

Voi cosa ne pensate?

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome