Il ritorno di Postal Market nel segno di Diletta Leotta

0

Nell’epoca di Amazon ed ebay sta per tornare l’antenato dell’e-commerce. Il catalogo che, per primo, ha portato nelle case di provincia quei prodotti che era difficile trovare nei negozietti e nelle botteghe: Postal Market.

Per i nativi digitali si tratta di uno sconosciuto elemento di cultura pop, un po’ come le musicasette o le chewing-gum a forma di sigaretta. Per i più grandi coincide invece con un ricordo adolescenziale che, oltre a raccogliere i prodotti in vendita, era un giornale su cui ammirare donne bellissime che, una stagione dopo l’altra, ne diventavano testimonial.

Dagli anni 60 fino ai primi 2000, per 83 numeri – e con un boom di celebrità a cavallo degli anni 80 – le donne più famose e sexy del Belpaese sono infatti apparse sulle copertine del giornaletto che arrivava direttamente nelle case degli italiani. E sono diventate il sogno proibito di intere generazioni.

Il ritorno del catalogo casalingo nell’era di internet non fa eccezione: sulla copertina del numero 84, in uscita nel prossimo autunno-inverno, e preceduto da un countdown social, compare infatti la showgirl Diletta Leotta.

Una scelta comprensibile o uno sciocco retaggio che sarebbe stato meglio superare?

La Leotta è da sempre bersaglio social di commenti allusivi e decisamente poco eleganti che poco hanno a che vedere con il suo lavoro e molto a che fare con il suo aspetto fisico. Piazzare in copertina una figura come la sua –  anche piuttosto casta in questa foto copertina – potrebbe quindi essere una provocazione volta a stemperare i toni nei confronti della giovane siciliana. Dal’altra parte rischia però di diventare un assist per chi non si risparmia sui social personali della showgirl e persevera nella visione di donna-oggetto tipica del passato. Un pensiero che nell’epoca del MeToo, dell’innovazione, delle battaglie femministe e della parità di genere, stona parecchio.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Maria Francesca Amodeo
Classe 1991, calabrese, testarda e abitudinaria. Ho conseguito un master in giornalismo politico, economico e di informazione multimediale alla Business school del Sole24Ore. Amo il mare, soprattutto quello di casa mia. Le grandi passioni della mia vita però sono soprattutto tre: la politica, la scrittura e Luciano Ligabue. Ho così tanti sogni nel cassetto che non so più dove mettere i vestiti!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome