“Il ragazzo di campagna” questa sera in tv, qualche curiosità sulla commedia cult degli anni ‘80

0
Il ragazzo di campagna

Se anche voi, almeno una volta nella vita, avete pronunciato la frase «il treno è sempre il treno», non potete perdere l’ennesima replica del film Il ragazzo di campagna, che Rete4 trasmetterà questa sera alle 21.30. Uscito nel 1984 per la regia di Castellano e Pipolo (leggenda vuole che girassero a giorni alterni tanto fosse la sintonia fra i due), il film è negli anni diventato un autentico cult, una delle commedie italiane degli anni ’80 più amate dal pubblico.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Protagonista principale è Renato Pozzetto nei panni di Artemio, contadino che dalla campagna si trasferisce a Milano e che ovviamente dà vita a gag irresistibili. Inizialmente il ruolo doveva essere di Enrico Montesano, che però in quello stesso periodo era impegnato nelle riprese del film I due carabinieri di Carlo Verdone.

Il villaggio di campagna dove vive Artemio, nella finzione Borgo Tre Case (frazione di Borgo Dieci Case) è in realtà Cascina Casoni, frazione del Comune di Carbonara al Ticino, in provincia di Pavia.

La canzone Beato te contadino è cantata da Patrizia Tapparelli, già nota per aver cantato la celebre canzone della pigiatura nel film Il bisbetico domato con Adriano Celentano. Nel 1985 avrebbe poi ancora collaborato con Pozzetto in È arrivato mio fratello.

Nel cast, insieme a Pozzetto, ci sono Massimo Boldi ed alcuni caratteristi come Enzo Cannavale, Enzo Garinei, Pongo e il mitico Jimmy il Fenomeno. La voce della signora Giovanna, la mamma di Artemio interpretata da Clara Colosimo, è di Liù Bosisio, nota al grande pubblico per aver interpretato Pina, la moglie di Fantozzi, nei primi due film della serie.

Il 22 settembre 2018 un nutrito gruppo di fan del film si è riunito per vedere passare il treno. Con loro c’era anche Renato Pozzetto:

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran, iniziata nel 2000 e che prosegue tuttora. Per 15 anni ho collaborato anche con il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 e fino alla sua chiusura ho curato il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome