Addio a Luigi Albertelli, storico paroliere: sue “Zingara” e “Ricominciamo”, ma anche “Ufo robot”

0

Un altro grande paroliere della musica italiana ci ha lasciato: dopo la notizia di ieri della morte di Andrea Lo Vecchio oggi diciamo addio anche a Luigi Albertelli, autore dei testi di decine e decine di successi della musica italiana, morto nella sua città natale, Tortona, all’età di 86 anni.

E pensare che in gioventù la sua carriera sembrava essere indirizzata verso tutt’altra disciplina: negli anni cinquanta, infatti, è un abile velocista e diviene campione giovanile nonchè campione italiano della staffetta 4×400.

Appese le scarpette al chiodo inizia ad appassionarsi di musica e pittura, finchè dopo aver vinto (come autore del testo) il Festival di Sanremo 1969 con Zingara, affidata a Bobby Solo e Iva Zanicchi, decide di dedicarsi solo alla musica, diventando uno dei parolieri più affermati dei decenni a venire, vincendo nuovamente il Festival nel 1987, quando Michele Zarrillo trionfa tra le Nuove Proposte con La notte dei pensieri.
Elencare le centinaia di canzoni che portano la sua firma sarebbe impossibile, ma anche solo con una breve carrellata dei più grandi successi si può capire la caratura del personaggio e l’importanza che Albertelli ha avuto nella storia della musica italiana.
Oltre alla già citata Zingara, sono sue le parole di Mille e una sera (Nomadi), Malattia d’amore (Donatello), Io mi fermo qui (Dik Dik), Casa mia (Equipe 84), Un corpo e un’anima (Wess e Dori Ghezzi), Piccola e fragile (Drupi), Ricominciamo (Adriano Pappalardo), Non voglio mica la Luna (Fiordaliso).
Importante anche il sodalizio artistico con Mia Martini: ben 23 le canzoni scritte per lei, che lo fanno diventare l’autore di cui l’artista calabrese ha cantato il maggior numero di testi.

Ma, se possibile, ancor più successo è arrivato dai cartoni animati, con una hit dietro l’altra. Pensate che le parole di tutte queste sigle le ha scritte lui: Furia cavallo del west, Ufo robot, Goldrake, Nano nano, Capitan Harlock, Remi e le sue avventure, Daitan III, Monkey, Ape ape Apemaia.

Ha collaborato a lungo anche con la televisione: oltre ad aver ideato i programmi Pentathlon e TeleMike di Mike Bongiorno è stato autore per Gianni Morandi (10 Hertz), Loretta Goggi (Loretta Goggi in quiz), Elisabetta Gardini (Caffè Italiano), Iva Zanicchi (Cento milioni più Iva), Serena Dandini (Producer), Alba Parietti (La Piscina), Piero Chiambretti (Complimenti per la trasmissione).

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome