Buon compleanno Tiziano Ferro! Gli auguri dei fan: “La sua musica può “guarire” le ferite più profonde”

1
Tiziano Ferro
© Foto: Riccardo Medana

Tiziano Ferro è uno dei cantautori più amati della scena musicale, italiana e internazionale: nel corso dei suoi vent’anni di carriera (che cadono il 22 giugno, con l’uscita di Xdono) ha messo in fila un successo dietro l’altro, riuscendo a unire, con le sue canzoni, generazioni e storie diverse. In occasione del suo 41° compleanno (è nato il 21 febbraio 1980) abbiamo pensato a quale regalo fargli scartare, seppur idealmente.  E cosa poteva esserci di meglio delle storie dei suoi fan? Sono loro che nel corso degli anni hanno imparato a conoscerlo, amarlo, e considerarlo “uno di famiglia”.

C’è Rosalba, 82 anni, fan di Tiziano dai tempi di Sere Nere: “Sono andata anche allo stadio a Roma – racconta –chissà cosa ne pensa Tiziano”. C’è Lucia, che l’ha “scoperto” agli inizi della carriera, “la sua voce mi ricordava Alex Baroni”, dice. E poi Laura, che ha iniziato ad ascoltare le sue canzoni “per caso”, grazie ad un’amica che l’ha portata a un suo concerto: “Mi sono identificata nei suoi racconti di bullismo, erano i miei!”.  Infine Pietro, un ragazzo depresso e cardiopatico, che arriva a pensare di togliersi la vita: “Stavo per attraversare i binari, quando mi arrivano le parole di una sua canzone. E’ scattato qualcosa dentro di me: oggi sono qui a raccontarlo”.

E ancora tante altre storie, da fan di ogni età e Paese, che hanno trovato nella sua musica un’ancora sicura in ogni momento della vita.  D’altronde anche chi scrive sa quanto le sue canzoni possano essere “consolatorie”: ho raccontato su “queste pagine” il mio legame con Tiziano Ferro, la “luce nel buio” dei miei anni più duri, dopo la morte di mio padre e nella lunga lotta per vincere l’anoressia. La musica di Tiziano Ferro può “guarire” anche le ferite più profonde. Forse perché prima di tutto ha guarito anche le sue. Buon compleanno Tiziano, da parte dei tuoi fan.

Rosalba Massimi: “Sono sicura di essere la più grande tra i fan, o quasi… Ho sentito per la prima volta “Sere nere” sotto l’ombrellone, in spiaggia: incuriosita ho chiamato mia figlia per sapere chi la cantasse. Oggi ho 82 anni, sono stata anche allo stadio pochi anni fa… per vederlo! Chissà che ne pensa lui, mi farebbe piacere farglielo sapere…”

Noemi Giambertone: “Nel 2001 mi regalarono il biglietto per il concerto di un esordiente, ma ero minorenne e mio padre m’impedì di andare… piansi disperata perché già ci tenevo. Ho aspettato anni per vedere Tiziano “dal vivo”: era il 2012, e ci fu il terremoto nella mia città natale, Carpi. Mi ritrovai a Palermo, dove sui muri giganteggiavano i manifesti del suo concerto. In quell’occasione anomala, finalmente l’ho visto per la prima volta cantare live. Da quel giorno non ho perso più un suo concerto: ora aspetto con ansia quello di Modena, con il biglietto in mano comprato quasi due anni fa. Tiziano, grazie per aver scritto poesie che in qualche modo parlano anche della mia vita, e grazie per “In mezzo a questo inverno”, che dedico anch’io alla mia nonna: si chiamava Margherita come la tua. Buon compleanno, sei tutti noi”.

Laura Adrover: “Ho scoperto Tiziano in un pomeriggio dell’estate 2004, quando un’amica mi chiese di accompagnarla a un suo concerto. Lo conoscevo già, ma non lo seguivo più di tanto. Quel pomeriggio ci ritrovammo tra la folla: furono 2 ore straordinarie. Da allora non ho perso più una sua “uscita”. E nel tempo mi sono identificata nei suoi racconti di bullismo, perché erano anche i miei… Grazie alla sua musica ho instaurato amicizie profonde, che durano nel tempo. E l’ho anche tatuato sulla pelle, perché per me è come un fratello, uno di famiglia! Buon compleanno poeta. Ogni tuo sorriso per noi è oro!”

Anjelica Inferrera: “Quando ho scoperto Tiziano, avevo solo 8 anni. Con lui ho capito cosa significa amare la musica. L’uscita di ogni suo disco è un conto alla rovescia! E poi ci sono i concerti … Quando hai quei biglietti in mano, hai tutto! Ti alzi ogni giorno con la consapevolezza che manca sempre meno … Ogni canzone di Tiziano rappresenta un pezzo della mia vita, di felicità o tristezza. Per il compleanno vorrei augurargli di realizzare tutti i suoi sogni e desideri … e dirgli grazie, perché forse non lo sa, ma migliaia di persone si sono rialzate avendo come sottofondo una delle sue canzoni. Buon compleanno!”.

Lucia Ferro: “Ho visto la prima volta Tiziano a 35 anni, era il 2001. Non ricordo l’evento preciso, ma ricordo un ragazzino carino e “pulito”, che mi fece tenerezza. Poi la sua voce… era da brividi, come quella di Alex Baroni. Da allora non ho più smesso di ascoltarlo! Sono andata al primo concerto nel 2015: la sua carica non ha eguali! E poi il meeting del 2019, l’emozione di poter parlare con lui, che è di una semplicità rara, una cosa che non mi aspettavo. Tiziano, hai il privilegio di essere davvero unico, rimani cosi. Buon compleanno!”

Licia Cervato: “Era il 2009, avevo 13 anni, mio padre mi fece ascoltare “Sere nere”. Da allora non ho più “mollato” la sua musica, e grazie a un’amica ho imparato conoscere tutte le sue canzoni. Nel 2019 ho realizzato il mio sogno: conoscerlo al meeting del fan club. Ti vogliamo bene Tiziano, tanti auguri!”

Maria Consoli: “L’ho visto la prima volta al porto di Catania, ero andata a vedere un concerto dei Sottotono (1998, faceva il corista). Me ne sono innamorata subito. Quando è uscita “Xdono” sono impazzita!”

Pietro Pulcino: “Da ragazzo ero emarginato dai miei coetanei. Cardiopatico… non potevo giocare a calcio. Finché un giorno sento in radio queste parole: “sono stato troppo buono, ma stanco ormai non posso più”. Tiziano mi aveva capito. Intanto le mie condizioni di salute peggioravano, ero depresso e autolesionista. Rimandato a scuola, nel 2014 ebbi la tentazione di togliermi la vita. Stavo per attraversare i binari, quando mi arrivano le parole di una sua canzone: “la tua vita rimane qui dentro, te la difendo”.  E’ scattato qualcosa dentro di me, mi sono asciugato le lacrime, e sono tornato a casa. Tiziano Ferro mi ha salvato la vita, senza saperlo”.

Iniziativa “Buon compleanno Tiziano Ferro” con supporto della Ferro Family (Ivana Rizzuti, Lalix Ferro, Juliet Falcone): il loro apporto è stato fondamentale per raccogliere tutte le storie che sono arrivate in poco più di una settimana (abbiamo perso il conto!), e decretare quelle che sono piaciute di più, votate dai fan stessi.

 

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome