Cent’anni di Giulietta Masina

0
Giulietta Masina

È stata una delle più grandi attrici del cinema italiano Giulietta Masina, della quale proprio oggi si celebra il centenario della nascita. Il suo legame, di vita ed artistico, con Federico Fellini ha segnato tutta la sua esistenza, ma non si può dire che la racchiuda per intero.
Nata a San Giorgio di Piano, in provincia di Bologna, il 22 febbraio 1921, figlia di un violinista e di una maestra, Giulietta Masina è cresciuta a Roma, si è avvicinata al mondo della recitazione durante gli anni della scuola ed ha esordito in teatro all’alba degli anni ’40.
Nel 1942 avvenne l’incontro con Fellini, che sposò l’anno successivo. I due conobbero nel 1945 il dolore per la morte di un figlio, nato appena undici giorni prima, e restarono assieme per tutta la vita. Forse non è un caso che Giulietta Masina morì, il 23 marzo 1994 a Roma, nemmeno cinque mesi dopo la scomparsa di Fellini.
Alla grande attrice italiana Caetano Veloso ha dedicato una canzone, intitolata proprio Giulietta Masina, pubblicata nell’album Caetano del 1987.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

«Devo tutto il mio successo a Federico Fellini, è stato il regista che mi ha lanciato, l’unico che mi mette un’enorme soggezione», diceva Giulietta Masina, che in realtà aveva però esordito al cinema con un piccolo ruolo di comparsa in Paisà (1946) di Roberto Rossellini. Poi era arrivato Alberto Lattuada che l’aveva diretta in Senza pietà (1948) e finalmente Luci del varietà, nel 1950, aveva dato il via al connubio anche artistico con Fellini. Dal 1950 al 1985, i due hanno realizzato insieme sette film e un documentario.
Ma in carriera Giulietta Masina ha recitato anche per altri grandi registi, come Luigi Comencini, Carlo Lizzani, Eduardo De Filippo, Alberto Sordi, Lina Wertmüller, Sergio Citti e perfino John Huston.
È stata la seconda attrice italiana a vincere il Premio come miglior attrice al Festival di Cannes, nel 1957, per Le notti di Cabiria. Nel suo palmarès figurano anche due David di Donatello (per Giulietta degli spiriti nel 1966 e speciale nel 1986), quattro Nastri d’argento, un Globo d’oro e il premio onorario Berlinale Kamera, vinto nel 1986 al Festival di Berlino. Era inoltre nel cast di due dei quattro film di Federico Fellini premiati con l’Oscar per il miglior film straniero: La strada e Le notti di Cabiria.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran, iniziata nel 2000 e che prosegue tuttora. Per 15 anni ho collaborato anche con il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 e fino alla sua chiusura ho curato il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome