Wrongonyou: «Mi metto a nudo, sperando di lasciare il segno»

0

Festival internazionali, supporter per Mika, James Blake, The Lumineers, colonne sonore prestigiose (Il Premio, con Gassman, Proietti), Wrongonyou (all’anagrafe Marco Zitelli), avrebbe tutte le carte in regola per giocare nel campionato dei Big, in quel di Sanremo. Gareggia invece nelle Nuove Proposte, palco che potrebbe andargli stretto, ma in cui si sente invece a suo agio, sostenitore com’è della sana gavetta. “Canto in italiano da soli due anni, e sono già a Sanremo, che sia Nuove Proposte o Big per me non fa grande differenza”, dice il cantante romano nella nostra intervista.

Gran favorito della vigilia, “marchio” che cerca di schivare a suon di battute, “sono inquadrato a metà volutamente”, il cantautore 30enne di Grottaferrata porta sul palco dell’Ariston Lezioni di volo, brano impreziosito dall’arrangiamento (archi e fiati) di Valeriano Chiaravalle, che sarà il direttore d’orchestra. Il brano sanremese farà parte del suo nuovo album, Sono io, in uscita il 12 marzo (Carosello Records), secondo lavoro in italiano, dopo Milano parla piano.

Dopo anni d’inglese, che serviva anche come filtro per proteggersi, il cantante si mette finalmente a nudo: “Nel disco c’è molta sincerità, ed è un album che piace soprattutto a me… è da paura, anzi #dapaura”, scherza.  Nella Città dei Fiori per le prove, Wrongonyou racconta di una cittadina deserta: “ sembra la location di un film post atomico…”. E aggiunge: “E’ giusto fare il Festival, fa lavorare musicisti e tecnici che altrimenti starebbero a casa”.

Nel corso dell’intervista, in cui viene fuori anche il suo amore per Antonello Venditti (cantante amato dal padre), una battuta sulla sua squadra del cuore, Roma o Lazio: “Roma o… ? Scusa ma l’altra squadra proprio non la conosco” (e se la ride di gusto).

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Prima del Festival uscirà anche la cover di Luce (Tramonti a Nord Est) di Elisa (contenuta nel disco), mentre il 2 marzo sarà disponibile lo speciale 45 giri di Lezioni di volo, con il brano di Sanremo in versione originale e acustica, e l’inedito Bon Iver.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome