Extraliscio: «Siamo in missione come i Blues Brothers, ma per conto del liscio»

0

Siamo in missione come i Blues Brothers, ma per conto del liscio”: gli Extraliscio (Mirco Mariani, Moreno il Biondo, Mauro Ferrara) feat. Davide Toffolo (Tre Allegri Ragazzi Morti), sono in gara al Festival di Sanremo con Bianca luce nera. Per Sanremo riapre la nostra balera: porteremo quella spensieratezza che il liscio sa dare”, sottolinea Mirco Mariani, autore del brano sanremese con Pacifico ed Elisabetta Sgarbi. “Non siamo in gara: abbiamo già vinto salendo su quel palco. La balera è come il teatro, come il cinema … la nostra scommessa è rimanere fuori moda restando unici”.

Il progetto nasce con due star del liscio, Mauro Ferrara (la voce di Romagna mia nel mondo) e la star del liscio, Moreno il Biondo: incontrano Mirco Mariani, uno scienziato “pazzo della musica”, che immaginiamo sul palco di Sanremo fare lo scienziato dei suoni: nasce così il punk da balera – spiega la Sgarbi – Un omaggio che gli Extraliscio fanno alla tradizione del Paese, andando verso la contemporaneità. Con loro un altro genio, Davide Toffolo”.

Il liscio snobbato sui palchi importanti (e non solo)? Elisabetta ha preso per i capelli il liscio – rilancia Mariani – il liscio vero non esisteva quasi più. Moreno e le altre orchestre facevano fatica nelle balere. Ho avuto un’esperienza lunga con Enrico Rava. Il liscio è la musica più vicina al jazz, perché è rigorosa, piena di regole. Chi ne parla male lo fa perché non lo conosce. E’musica altruista, a disposizione per il divertimento, per l’abbraccio, una cosa ora vietatissima. Grazie ad Amadeus che ha avuto l’illuminazione di credere in un progetto come il nostro”.

Continua il Biondo: “Il liscio fa parte della mia vita. È un abbraccio continuo, non solo per chi balla. È un abbraccio della terra in cui viviamo, non solo della Romagna. Tutto questo mondo però era già visibile ai miei occhi. Questa poesia, questa storia, questo mondo ci è venuto fuori e ci è stato regalato in maniera straordinaria… Ci siamo fermati tutti, musicisti, scuole di ballo – va poi al sodo – Sanremo è una grande opportunità per parlare di un intero mondo bloccato”.

Genesi Bianca Luce Nera: “Sono felice di essere uno dei membri aggiunti della band – racconta PacificoQuesta canzone è nata nel periodo del primo lockdown: mi sono ritrovato a scrivere una canzone d’amore molto potente, un’ossessione amorosa, un rapporto tra due persone che non possono fare a meno l’uno dell’altra, e anche quando si ritrovano sanno che dovranno separarsi”.

Continua Mariani: “ È una canzone che musicalmente richiama il ritmo del vajont, un ritmo che non si usa più. Poi sono scivolato verso il talk talk, poi è diventata una roba extraliscio”. Aggiunge Elisabetta Sgarbi: “Un testo letterario, una canzone sul desiderio, su quello che accade quando due persone si desiderano”.

Infine Davide Toffolo, in versione interprete in quel di Sanremo: “In questo caso faccio l’interprete, non mi succede spesso, ho fatto l’autore anche con il mio gruppo (Tre Allegri Ragazzi Morti). Penso che questa canzone potrà incontrare il gusto di molte persone: è la femminilità raccontata. Pacifico è uno scrittore come si deve…”.  Essendo anche fumettista di successo, Toffolo ha reinterpretato il brano attraverso 16 tavole, che saranno raccolte nel fumetto (in bianco e nero) La canzone disegnata, in allegato al numero di marzo del mensile Linus: “L’interpretazione che ho dato nei miei disegni (che spero siano regalati ai giornalisti), è la mia visione, il mio segno: la luce bianca e la luce nera sono due forme della stessa femminilità”. E della gara in quel di Sanremo, dice: “Non ho mai pensato al Festival, ma questa è una gran canzone”.

 Roberto Molinelli sarà il direttore d’Orchestra: “Al Festival abbiamo il liscio con la grande orchestra. Ho scritto un arrangiamento che usa tutti gli strumenti dell’orchestra sinfonica. Se il liscio continua a suscitare interesse, vuol dire che è scritto bene. Auguro al liscio una lunga longevità”.

Serata dedicata alla canzone d’autore: Per la serata del giovedì gli Extraliscio feat. Toffolo eseguiranno Medley Rosamunda, con ospite speciale Peter Pichler. “E’uno dei pochissimi musicisti al mondo in grado di suonare il Trautonium, uno strumento mai sbarcato in Italia”, spiega Mariani. Si aggiungeranno sul palco anche Enrico Milli (tromba e fisarmonica) e Alfredo Nuti (chitarra).

«Extraliscio è un modo di pensare». Elisabetta Sgarbi presenta per l’occasione anche il disco d’inediti che accompagna la loro partecipazione a Sanremo. L’album, che esce con la prima release il 5 marzo (Betty Wrong Edizioni Musicali di Elisabetta Sgarbi), è diviso in due parti: È bello perdersi (prima uscita) e Si ballerà finché entra la luce dell’alba (seconda). La prima parte dell’album è stata composta da Mirco Mariani, che ha suonato da solo 5 strumenti con il suo “Mariani orchestrone”. I testi delle canzoni sono scritti da lui e da Elisabetta Sgarbi, a cui si è aggiunta la firma di Pacifico nei brani Ninna nonna nanna e Bianca Luce Nera. Il secondo disco alterna invece brani strumentali e cantati. Comprende l’inedito Milanesiana di Riviera, alcune cover del repertorio popolare, il brano Non partir, che fa parte della colonna sonora dell’ultimo film di Pupi Avati, Lei mi parla ancora, e Medley Rosamunda, che gli Extraliscio eseguiranno sul palco dell’Ariston nella terza serata del Festival di Sanremo, giovedì 4 marzo.

Gli Extraliscio hanno anche debuttato al cinema, nel film di Elisabetta Sgarbi “Extraliscio – Punk da Balera. Si ballerà finché entra la luce dell’alba”, presentato in anteprima alle Giornate degli Autori nell’ambito della 77ª Mostra del Cinema di Venezia. Il docu- film ha ricevuto il Premio SIAE per il talento creativo, conferito a Elisabetta Sgarbi, e il Premio FICE (Federazione Italiana dei Cinema d’Essai), ed è candidato ai Nastri D’Argento 2021. Arriverà nelle sale (riapertura cinema permettendo) nella prossima primavera/estate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome