Riviera International Film Festival: l’edizione 2021 sarà online, ma con tre giornate finali a Sestri Levante

0
Riviera International Film Festival
Foto di Diego Figone Sambuceti

Torna il Riviera International Film Festival, quest’anno con una formula ibrida. La rassegna dedicata ai registi con meno di 35 anni e ai documentari sull’ambiente nel 2021 sarà online dal 20 al 27 maggio e poi dal vivo, nella tradizionale cornice di Sestri Levante, dal 28 al 30 maggio. La volontà degli organizzatori è ovviamente quella di aggirare gli ostacoli della pandemia e, nello stesso tempo, mantenere immutato lo spirito della manifestazione, che quest’anno arriva alla quinta edizione.

A partire dal 20 maggio tutti i film in concorso saranno visibili sulla piattaforma MYmovies.it.
Per il secondo anno consecutivo la locandina ufficiale del Riviera International Film Festival sarà opera del fotografo olandese Ron Mejier: l’immagine rappresenta l’ingresso in un mondo surreale, onirico e il mondo che tutti sogniamo. La rassegna quest’anno avrà anche uno slogan: “Revolution starts with a dream”.
Accanto al concorso principale è confermata la sezione documentari sull’ambiente. Saranno dieci quelli in concorso e la sezione sarà presieduta da Andrea Crosta, fondatore della Earth League International, una ong innovativa, specializzata in indagini undercover per lottare contro i crimini ambientali.

I primi ospiti annunciati del Festival sono i Mokadelic, gruppo musicale italiano noto al mondo del cinema e specializzato nella composizione di colonne sonore: tra le loro produzioni principali ci sono le musiche di Gomorra – La serie, A.C.A.B. – All Cops Are Bastards e, recentemente, dei film L’immortale di Marco D’Amore, Mollami di Matteo Gentiloni e Himmelsdalen / Sanctuary, di Enrico Maria Artale e Óskar Thór Axelsson.  Per l’occasione i Mokadelic presenteranno una Masterclass tutta incentrata sul rapporto tra musica e film, tra colonne sonore e serie tv. Parleranno delle loro esperienze nel mondo del cinema, con particolare attenzione alle tecniche di lavoro usate nei film e nelle serie tv.

«Chi, come noi, si occupa di promuovere il cinema in tutte le sue forme, ha il dovere, specialmente in tempi bui come questi, di custodire la fiamma della cultura in ogni modo possibile e ad ogni costo – dichiara Vito D’Onghia, direttore esecutivo del Riff –. L’uomo è animato dai sogni e dalle emozioni, anche quest’anno il Riviera International Film Festival farà da megafono ai tanti talenti sparsi per il mondo. Il cinema indipendente ha bisogno di essere supportato e noi ci saremo sempre».

«Viviamo un’epoca di grandi conflitti e divisioni sociali e il Riviera International Film Festival è un evento che vuole fare riflettere il pubblico sulle tematiche umane appartenenti alle nuove generazioni di registi e sulle condizioni del nostro pianeta – dichiara il presidente del Riviera International Film Festival, Stefano Gallini Durante –. Per ciò che riguarda i film in concorso, il nostro è un Festival controtendenza, dove le voci giovani e indipendenti avranno sempre una piattaforma dalla quale divulgare i propri pensieri. Riguardo la sezione Ambiente, sempre più rilevante, il Riff vuole rimanere positivo e spinge una audience sempre più vasta e appassionata a focalizzare l’attenzione su visioni future costruttive anziché sugli errori del passato e le incertezze del nostro presente. Vince chi non perde di vista gli obiettivi finali e chi cerca di trovare soluzioni: da sempre il nostro Festival accoglie con entusiasmo idee intelligenti e rivoluzionarie, molte volte snobbate dall’establishment politico. I nostri ospiti internazionali e i relativi incontri dal vivo ne testimoniano il nostro impegno».

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran, iniziata nel 2000 e che prosegue tuttora. Per 15 anni ho collaborato anche con il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 e fino alla sua chiusura ho curato il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome