Estremo racconta come è nata la sua collaborazione con Madame e Dardust (video)

0
estemo sanremo 2021

Si chiama Estremo il giovane producer, classe 1997, Enrico Botta, all’anagrafe, che ha collaborato alla realizzazione del brano Voce di Madame, in gara alla 71ª edizione del Festival di Sanremo,  insieme all’artista stessa e a Dardust.

Lo abbiamo intervistato per farci raccontare le sue impressioni sul lavoro per questo singolo sanremese; ecco cosa ha dichiarato: “Fin da subito ho pensato che questa produzione avesse un qualcosa in più rispetto a un qualsiasi mio altro progetto, evocando in me tanta energia quanto intimità. Sono davvero contento di essere riuscito a trasmettere questa sensazione prima a Francesca, e poi a Dario, e non vedo l’ora di vederla esibirsi sul palco insieme all’orchestra dell’Ariston”.

Gli abbiamo anche chiesto quale fosse il percorso formativo utile per diventare un producer. Il suo consiglio? Quello di iniziare come autodidatta per sperimentare e capire se è davvero la strada che si vuole intraprendere e solo successivamente seguire un corso.

Nonostante la giovane età sono già molte le esperienze vissute: dalla partecipazione all’Ultra Music Festival in Croazia nel 2015 fino alle collaborazioni con diversi artisti come  Madame, Anastasio, Nomercy Blake, Anzj ed il neo-artista Asian Fake Nio.

A dicembre 2020, infine, l’annuncio della partecipazione del brano Voce scritto insieme a Dardust e Madame all’edizione 2021 del Festival di Sanremo.

Ma qual è stato l’evento in cui ha capito che la sua passione potesse diventare un professione? C’entra un Disco di Platino…

Ce lo racconta in questa intervista per i lettori di Spettakolo!

Estremo, l’intervista

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Classe 93, anno in cui David Bowie pubblica Black Tie White Nois. Campana di nascita, adottata dalla toscana Cortona (sì, la stessa di Jovanotti), da qualche anno vivo a Milano, di cui mi sono innamorata il 29 giugno del 2013. Perché ricordo la data? Perché a San Siro c’erano i Bon Jovi a infiammare il palco, ed io ero lì a sognare di intervistare la band. Ed eccomi qui: giornalista e studente di musicologia, il mio mantra è Long Live Rock, ma guai a chi disprezza i cantautori….e Beethoven (non il cane).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome