Maneskin: «Siamo gli eterni secondi. Speriamo nella vittoria, pensando all’Eurovision»

1
Måneskin
@Francis Delacroix

La carica rock sul palco dell’Ariston la portano i Maneskin, che con Zitti e buoni hanno conquistato pubblico e critica. La giovane band arriva al debutto a Sanremo a suon di dischi di platino, collezionati da XFactor (2017) ad oggi. “Eterni secondi, siamo abituati a non vincere”, dicono nella nostra intervista, un po’ per scaramanzia, un po’ per incredulità. Nella settimana del Festival i quattro non hanno sbagliato un colpo, sia sul palco che fuori. Performance impeccabili, look eccentrici che lasciano il segno, una cover riuscitissima di Amandoti (CCCP) con Manuel Agnelli (momento più visto del giovedì sera), e un profilo Twitter affidato a @Dio (mossa marketing indovinatissima). Damiano David (voce), Thomas Raggi (chitarra), Victoria De Angelis (basso) ed Ethan Torchio (batteria) a Sanremo hanno già vinto, a prescindere dalla classifica (che comunque è dalla loro: secondo posto per la sala stampa e quinta posizione della classifica generale).

La band ha conquistato anche il tifo di colleghi con decenni di carriera, a cominciare da Orietta Berti, che ha espresso il desiderio di cantare insieme. “E’ una grande, una punkettona pazza, abbiamo già duettato con lei.”. E poi il “fan” Vasco Rossi: “Alziamo le mani, leggenda vivente. Stamattina ci siamo svegliati con un’altra leggenda vivente: Gianni Morandi che mangia gli spaghetti con sotto la nostra canzone”.

Intanto, dopo l’antipasto di Zitti e buoni e Vent’anni (primo singolo), il 19 marzo esce il secondo album, Teatro d’ira – Vol. I, che riprenderà le sonorità dei primi due singoli. Un album potente più che da ballad, “frutto di una maturazione individuale e anche di gruppo, sia a livello di sound che tecnico”, spiegano. Infine l’annuncio delle prime due date nei palazzetti, a dicembre: Palazzo dello Sport di Roma, martedì 14 dicembre, e Mediolanum Forum di Assago (MI), sabato 18 dicembre. Ne arriveranno altre.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome