Sanremo 2021. La classifica dopo la quarta serata: Ermal Meta, Willlie Peyote, Arisa

0
Sanremo 2021

La serata del venerdì è sempre la più debole. Se poi va avanti fino oltre le 2 di notte diventa quasi insopportabile. Nelle prime due serate c’è la curiosità di ascoltare le nuove canzoni. La terza offre cover e duetti. La quarta dovrebbe servire per riascoltare le canzoni con un orecchio già allenato, magari cercando di capire qualcosa che era sfuggito al primo ascolto. Ma quando le canzoni sono 26, più le 4 dei finalisti delle Nuove Proposte, quelle dei vari ospiti (alcuni davvero insignificanti) e i troppi siparietti inutili, diventa una maratona quasi impossibile da correre fino al km 42,195.

Bisogna inoltre considerare che delle 26 canzoni in gara se ne salvano sì e no 6 o 7, quindi riascoltarle tutte insieme è arduo. Magari a Festival finito il direttore artistico Amadeus dovrebbe spiegare seriamente perché in fase di selezione continuava a ripetere che ce n’erano talmente tante di “così belle” da sentirsi praticamente obbligato di alzare il numero dei partecipanti dai 20 previsti inizialmente ai 26 che sono saliti sul palco dell’Ariston. Davvero non si sarebbe potuto fare a meno di Random, Aiello, Gio Evan, Gaia?

A rendere ancora più pesante la serata ha contribuito Barbara Palombelli. Le tre “conduttrici per una sera” che l’hanno preceduta (Matilda De Angelis, Elodie e Vittoria Ceretti) hanno svolto egregiamente il loro lavoro, sorprendendo per bravura, bellezza, spigliatezza, simpatia e a tratti grande intensità (vedi il monologo-confessione, anche se mandato in onda a un orario assurdo, di Elodie). Barbara Palombelli invece ha fatto interventi insignificanti e un monologo urticante, di cui resterà negli annali soltanto quel «perché i diritti VE LI AVETE TROVATI già fatti».

Vabbè… In chiusura di programma, as usual, hanno diramato la classifica combinata delle prime quattro serate. Nelle prime due aveva votato una giuria demoscopica composta da 300 persone (sorprendendo parecchio per alcune scelte poco comprensibili).  Nella terza hanno votato i musicisti dell’orchestra, quindi il giudizio è stato decisamente più tecnico. Questa sera è toccato alla “sala stampa”, anche se in realtà molti giornalisti (incluso chi scrive) hanno votato da remoto.

La vittoria “di tappa” è andata a Colapesce Dimartino con Musica Leggerisima, al secondo posto i Maneskin, al terzo Willie Peyote, al quarto La Rappresentante di Lista, al quinto Ermal Meta, al sesto Noemi, al settimo Arisa, all’ottavo Irama, al nono Malika Ayane, al decimo Madame.

Sanremo 2021

Questa invece la classifica dopo le prime quattro serate. Ovviamente molto potrebbe cambiare nel corso della serata finale, ma comincia ad essere piuttosto indicativa.

  1. Ermal Meta
    2) Willie Peyote
    3) Arisa
    4) Annalisa
    5) Maneskin
    6) Irama
    7) La Rappresentante di Lista
    8) Colapesce Dimartino
    9) Malika Ayane
    10) Noemi
    11) Lo Stato Sociale
    12) Orietta Berti
    13) Extraliscio ft. Davide Toffolo
    14) Max Gazzè
    15) Fulminacci
    16) Gaia
    17) Francesca Michielin & Fedez
    18) Madame
    19) Fasma
    20) Ghemon
    21) Francesco Renga
    22) Coma_Cose
    23) Gio Evan
    24) Bugo
    25) Random
    26) Aiello

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Massimo Poggini
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino) e "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi". Ultimo libro uscito: "Massimo Riva vive!", scritto con Claudia Riva.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome