Maneskin: sapete che il ritornello di “Zitti e buoni” è del 2017?

0

Durante la conferenza stampa sanremese, i Maneskin l’avevano detto a chiare lettere. Zitti e buoni, brano con cui hanno trionfato al Festival di Sanremo 2021, è nato diversi anni fa, ben prima della loro esperienza televisiva a XFactor (2017). Concepito inizialmente come ballad, nel tempo il singolo portato sul palco dell’Ariston ha subito diverse modifiche, assumendo quel graffio rock che ormai li contraddistingue.  A confermare la tesi della lunga genesi del brano, su Instagram abbiamo individuato una foto, risalente a maggio 2017, che riporta nella didascalia proprio l’inizio del ritornello. “Siamo fuori di testa, ma diversi da loro”.

Zitti e buoni testimonia l’influenza della loro permanenza a Londra, e parla di redenzione e voglia di spaccare il mondo con la musica. Una sfida contro i pregiudizi, decisamente poco “sanremese”. “Il brano è talmente sbagliato per il Festival che poi fa il doppio giro e diventa giusto”, avevano detto nella nostra intervista  (Maneskin: «Siamo gli eterni secondi. Speriamo nella vittoria, pensando all’Eurovision» ) , a poche ore della finale. Ancora una volta, avevano ragione loro. Dopo aver conquistato pubblico, critica, e fan “speciali” (Vasco Rossi, Gianni Morandi, Orietta Berti etc.) Damiano, Victoria, Thomas e Ethan con la vittoria hanno messo in fila un record dopo l’altro. Ascolti streaming da capogiro, sold out in pochissime ore per la data milanese del loro primo tour nei palazzetti, “costretta” al raddoppio, e il già esaurito vinile autografato del loro nuovo album d’inediti, Teatro d’Ira – Vol. I (in uscita il 19 marzo).

Com’era nei loro desideri, rappresenteranno anche l’Italia all’Eurovision Song Contest. Tutti pazzi per i Maneskin: to be continued.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Maria Francesca Troisi
Campana verace, trascorre gli anni degli studi tra Salerno, Milano e Roma. Appassionata da sempre di scrittura e musica, matura negli anni diverse esperienze nel campo dell’informazione e spettacolo, ricoprendo il ruolo di giornalista, blogger e ufficio stampa per siti di musica, quotidiani, e associazioni culturali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome