Facebook censura i Maneskin fotografati da Oliviero Toscani

1
Sanremo 2021
@Silvia Saponaro

Facebook mi ha bloccato per 24 ore, rea di aver pubblicato, come immagine di copertina di un articolo, una foto dei Maneskin scattata da Oliviero Toscani in occasione dell’uscita di Vent’anni, primo assaggio del loro nuovo album Teatro D’Ira – Vol. I (in uscita il 19 marzo).

Lo scatto del noto fotografo, conosciuto e stimato in tutto il mondo, aveva già subito una censura da parte di Instagram. Questa volta nelle Forche Caudine ci sono finita io, con un articolo che parla del raddoppio della data romana della band.

“Soltanto per un capezzolo?”, per citare la didascalia che il gruppo aveva usato ai tempi della censura Instagram. Nel caso del nostro articolo, va detto, neanche si vedeva questo famigerato capezzolo (che scandalo poi!), perché come mostra lo screenshot, veniva “tagliato”.

Peraltro ci risulta che in questi giorni il mitico algoritmo di Facebook abbia colpito anche altri. A tutti è stata inflitta la stessa pena: non poter pubblicare o commentare per 24 ore. In alcuni casi la foto incriminata non era quella di Toscani, ma un’immagine dove i 4 ragazzi romani indossano quella tutina simil-trasparente che hanno usato durante la finale di Sanremo. Come dire che nel caso della trasmissione tv nazional-popolare per eccellenza la trasgressione è tollerata, ma guai a trasgredire su Facebook. Social dove magari solo poche righe più in giù si possono leggere gli insulti più beceri o il sostegno alle teorie più strampalate.

Maneskin

Insomma, Facebook, cosa ci combini? Da quando sei diventato così bigotto? Sappiamo che questa pratica di censurare articoli ormai ti è sfuggita di mano. Tu che professi il politically correct, e precisi standard da rispettare. Ma vuoi farci ridere, per caso? Sul tuo social vengono mostrati i peggiori contenuti possibili, e senza alcun filtro. Foto “gnude” e poco artistiche di tutti/e, altro che capezzoli! E post a tinte forti di politica, cronaca e insulti in tuttologia a ogni ora, che ti guardi bene dal bloccare, perché senza le interazioni tra utenti, ti tocca “sbaraccare la baracca”.Stavolta hai censurato nientedimeno che Oliviero Toscani, all’interno di un articolo che parlava di concerti… Ogni altro commento è superfluo.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome