Ddl Zan, Fedez Vs Pillon: ennesimo rinvio della Lega che blocca una legge di civiltà

0

Nuovo botta e risposta tra Fedez e  il senatore della Lega Simone Pillon sul Ddl Zan. Il disegno di legge contro l’omotransfobia è ostaggio della Lega e slitta ancora al Senato. Per un cavillo la palla passa ora alla presidente del Senato Elisabetta Casellati. “Non capisco perché la legge sia bloccata in Commissione Giustizia – ha detto l’onorevole Zan per il presidente Andrea Ostellari è una legge divisiva, ma questa in realtà è una legge che non tutela le persone solo contro l’omotransfobia, ma tutela anche le persone con disabilità. Si tratta di una legge di civiltà volta a impedire l’istigazione all’odio e alla violenza”.

Dopo la notizia del rinvio, Fedez ha scritto nelle storie IG il suo pensiero.  “Domani vi spiego bene cos’è successo con il Ddl ZAN. Tragicomico onestamente ma voglio spiegarvelo bene”. Immediato lo sfottò del senatore del Carroccio su Twitter: “Fortunaz che oggi Fedez ci spiegaz cosa è successo ieriz in commissionez”. Il parlamentare della Lega registra anche un nuovo video su Facebook, in cui replica ancora al rapper: “Caro Fedez, da buon boomer riesco a risponderti solo qui su Facebook. Spero avrai la pazienza di ascoltare anche il mio punto di vista. A presto, e tante belle cose a te e alla tua splendida famiglia”.

La risposta di Fedez non tarda ad arrivare: “Si può esprimere un pensiero in maniera civile senza che un senatore della Repubblica si metta a prenderti per il c…?”, chiede il rapper, che aggiunge: “La commissione si è riunita e dopo sei mesi di ostacoli di un disegno di legge, ha deciso di non decidere aggrappandosi a un cavillo tecnico che per sei mesi non ha visto, guarda un po’. Quindi la palla adesso passa all’onorevole Casellati che dovrà decidere lei.Firmare in trecento mila una petizione per chiedere la calendarizzazione in qualche modo è servito, perché Ostellari della Lega ha fatto una scelta non coraggiosa decidendo di non decidere. Non è tanto il Ddl Zan, ma il tema è un altro. C’è un disegno di legge che è stato votato in Camera ed è stato approvato. Un singolo sta decidendo di rimandare trovando continue scusanti”.

Nel botta e risposta tra i due interviene su Twitter anche Luca Bizzarri, con un consiglio a Pillon: “Senatore un consiglio: capisce che più lei banalizza il suo interlocutore più viene sminuita la sua carica istituzionale? Se Fedez è un pirla inconsistente  – aggiunge – che ci fa un Senatore della Repubblica a discutere con un pirla? Guardi che non diventa Senatore Fedez, diventa lei pirla”.

Artisti in difesa della legge Zan: Nei giorni scorsi a difesa del Ddl Zan si sono schierati diversi artisti, a cominciare da Elodie e Fedez, passando per Levante e Mahmood.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Maria Francesca Troisi
Campana verace, trascorre gli anni degli studi tra Salerno, Milano e Roma. Appassionata da sempre di scrittura e musica, matura negli anni diverse esperienze nel campo dell’informazione e spettacolo, ricoprendo il ruolo di giornalista, blogger e ufficio stampa per siti di musica, quotidiani, e associazioni culturali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome