Addio a Marco Astarita

2
Marco Astarita

Marco Astarita era un personaggio eclettico e il mondo della musica lo ha frequentato a 360 gradi, sia come musicista, sia lavorando dietro le quinte nell’organizzazione di eventi piccoli e grandi.

Appassionato di percussioni, ha collaborato all’incisione di parecchi album, per esempio della Paul Kelly Band e di Venegoni & Co. Ma ha fatto anche il produttore (Marco Bonino, Angelo Branduardi), e poi è diventato uno stimato professionista nel mondo dello showbiz, lavorando a un gran numero di progetti sia in campo musicale, sia in quello sportivo: dal mitico concerto dei Pink Floyd a Venezia (di cui era stato direttore di produzione) agli eventi della Red Bull, fino alla grande installazione fatta sul Lago d’Iseo da Christo.

Aveva iniziato verso la fine degli anni ’70, fondando assieme a Marco Bonino una società chiamata Mama Sound. Le prime collaborazioni erano state con la Barley Arts, organizzando tra gli altri tour di David Bromberg e Bruce Cockburn. Sempre in quel periodo, aprì con Claudio Trotta un’etichetta discografica, la Mama Barley.

In tempi più recenti aveva fondato un’altra società, la Dooley, con la quale elaborava progetti e dava consulenze. Ha lavorato a lungo anche con Marco Balich come show designer e direttore di produzione, contribuendo alla realizzazione di grandi eventi come gli show inaugurali delle Olimpiadi invernali di Torino e del famoso “Albero della vita”, simbolo del Padiglione Italia a Expo 2015.

Marco Astarita

Claudio Trotta, che lo conosceva bene, lo ricorda con queste parole: «A Marco sono legato da memorie dei primi anni di Barley, dal 1979 al 1982. Memorie bellissime, buffe, allegre, tristi, solari, cupe, contrastanti, ricche e anche povere, ma tanto vere e umane».

La notizia della scomparsa di Marco Astarita l’ha data la moglie Luisa con questo messaggio: «Marco ci ha salutato sabato pomeriggio. Per un ultimo saluto sarà nella Casa Funeraria Impresa San Siro (via Corelli 120) già da oggi pomeriggio (domenica), e poi lunedì 19 e martedì 20 dalle 8 alle 17». 

Marco Astarita

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Massimo Poggini
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino) e "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi". Ultimo libro uscito: "Massimo Riva vive!", scritto con Claudia Riva.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome