Da oggi disponibile “La bella estate”, il nuovo singolo di Tricarico

0
Tricarico

A pochi mesi di distanza dall’uscita di Mi manchi negli occhi, torna Tricarico con un nuovo singolo, La bella estate, pubblicato oggi, venerdì 23 aprile, per Artist First.

Questo singolo, prodotto da Vittorio Corbisiero, è un pezzo allegro che pur mantenendo i canoni pop a cui ci ha abituato Tricarico, si apre con un coro che richiama il gospel e ha un arrangiamento poggiato su un riff blues arricchito con dei fiati da big band che accompagnano un testo ironico e scanzonato, dove il cantautore milanese racconta di come la protagonista della sua “bella estate” sia stata una donna molto speciale: non una delle tante ragazze o amanti che si avvicendano nel corso del brano in una sorta di elenco senza fine, bensì sua nonna.

Questo singolo anticipa il nuovo album dell’artista che uscirà a maggio a distanza di cinque anni dal precedente, Da chi non te lo aspetti. In questi anni Tricarico si è dedicato principalmente all’altra sua grande passione, la pittura, pubblicando di tanto in tanto alcuni singoli.

Musica ed arte, per Francesco, sono infatti due mondi complementari. Il legame tra la sua musica e le sue opere è molto stretto, e rappresenta la ricerca di un posto nel mondo e di un mezzo per comunicare con gli altri.

Qui sotto trovate la canzone, il testo e la copertina del singolo:

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Ti saluto, Lucia
per tutta la tua poesia
ma ora devo andar via, Lucia.
Rossana come sei bella,
ora non posso spiegarti,
ieri con tua sorella
la vita è stata più bella.

Francesca, porta i saluti
a tua mamma e a tua zia
e una rosa a Luisa da parte mia.
Ora non piangere, Elisa,
con Federica lo sai,
chiedilo anche a Beatrice,
a Marianna e a Gina.

Gaia, per te il discorso è a parte
perché di te mi stavo innamorando.
Ma poi, per fortuna è arrivata mia nonna
con la sua saggezza
e mi ha fatto un invito.

Ho passato una bella estate
con mia nonna al mare,
che non potrò mai più dimenticare.
Ho passato i pomodori con mia nonna al mare,
che non potrò mai più dimenticare.

Chiara, mi hai fatto una torta,
dillo tu a mio cugino,
forse è meglio non dirlo a mio cugino.
Daniela non mi aspettavo,
pensavo fossi partita
e la partita di ieri è finita.

Gaia per te il discorso è a parte
perché di te mi stavo innamorando.
Ma poi, per fortuna è arrivata mia nonna
con la sua saggezza
e mi ha fatto un invito.

Ho passato una bella estate
con mia nonna al mare,
che non potrò mai più dimenticare.
Ho passato i pomodori con mia nonna al mare,
che non potrò mai più dimenticare.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome