Ermal Meta presenta “Uno” nelle stazioni di Milano, Roma e Napoli

0

Dopo l’oro del singolo sanremese Un milione di cose da dirti, Ermal Meta estrae un nuovo singolo dal suo ultimo album, Tribù urbana. Per presentare Uno (in rotazione radiofonica da oggi, 30 aprile) l’artista si è affidato alle tecnologie, ideando un evento mai realizzato in Italia, “Uno per tutti”, che gli permetterà di presentare in contemporanea nelle Stazioni di Milano Centrale, Roma Termini e Napoli Centrale il nuovo singolo.

In queste tre stazioni è allestito un olobox, struttura che permette di proiettare in 3D la performance del brano, con le immagini della band su un ledwall ed Ermal Meta in ologramma. Dalle otto del mattino fino alle 22 di sera, ogni 5 minuti Ermal Meta e la sua band “incontrano” virtualmente chi transita nelle tre stazioni. Un modo per rendere più reale l’idea di un concerto, in un momento in cui non è ancora possibile assistere a un live vero e proprio. L’evento è annunciato a sorpresa nel giorno stesso d’uscita del singolo, in modo da evitare possibili assembramenti e permettere a chiunque vorrà di assistere alla performance. In collaborazione con Grandi Stazioni Retail Spa, gli olobox sono allestiti nell’Atrio Monumentale Lato IV Novembre della Stazione di Milano Centrale, sotto la pensilina di Piazza dei Cinquecento a Roma Termini e nell’Atrio della Stazione di Napoli Centrale.

 “Uno… Belli, brutti, grassi, magri, ricchi, miseri, sani o ammalati, sazi o affamati: ‘visti da lassù siamo tutti uguali’. C’è chi vorrebbe ribellarsi alla cattiveria, che solo l’animo umano possiede, ma questo cielo lo condividiamo in qualsiasi angolo remoto della Terra. È una delle poche certezze della vita! UNO per tutti: da soli non possiamo farcela, tantomeno nell’universo musicale. Un busker senza passanti, un direttore senza l’orchestra, un concerto senza pubblico; tutto senza emozione. È il punto di non ritorno. UNO è un inno alla gioia della condivisione, corale come può essere un insieme di voci che ‘dai vicoli di Atene al centro di Dublino, hai visto come sembra un po’ tutto più vicino?’ ”

Le voci che si sollevano all’unisono in Uno“Le senti o no le nostre mani che sollevano l’aria all’unisono?” – sono del Coro del Dipartimento POP/ROCK del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.

Tra i prossimi impegni di Ermal, il palco del “Concertone” del Primo Maggio di Roma, dove domani, dalla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, eseguirà con la sua band un assaggio del nuovo album, incluso il nuovo singolo.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome