Ottava edizione di Festival Orlando

Dal 14 al 23 maggio 2021 il festival queer bergamasco che propone nove film di cui quattro anteprime nazionali e un extra festival

0
Foto film Tengo Miedo torero

La manifestazione spazia dal cinema, alla danza, agli spettacoli teatrali

Festival Orlando, la manifestazione incentrata su identità, relazioni, possibilità, inizia alle ore 19.30 del 14 maggio all’Auditorium Piazza della Libertà di Bergamo e online, con la presentazione del film Tengo Miedo Torero di Rodrigo Sepulveda, una pellicola tratta da un romanzo di Pedro Lemebel, ambientata nel Cile di Pinochet. Protagonista un giovane guerrigliero, che in un’operazione clandestina chiamata “La fata dell’Angolo”, coinvolge un anziano en travesti.  Sabato 15 alle ore 17.00 sarà la volta di La nave del Olvido di Nicol Ruiz Benavides, storia di Claudina, una vedova trasferita  a casa della figlia dove incontra Elsa, che la porterà a un inaspettato percorso di rinascita personale. Alle 19.00 tocca a Toomas Beneath the Valley of the Wild Woves di Chintis Ludgren,  un ingegnere costretto a fare il gigolò per mantenere la sua famiglia. A seguire solo on line Heute oder Morgen di Thomas Moritz Helm, storia di tre giovani che in una afosa estate berlinese vivono situazioni sentimentali poliamorose. Il 17 alle ore 19.30 si vedrà  l’anteprima europea Kapana di Philippe Palavera, il primo film LGBTO+ prodotto in Namibia, mentre il 18 ore 19.30 tocca a Vagli a spiegare che è primavera di Sara Luraschi e Lucio Guarinobi, un documentario basato sulle biografie di ragazzi che negli ultimi tre anni hanno condotto una ricerca sui confini dell’identità. Il 20 alle ore 19.30 solo on line il cartellone propone Lola vers la Mer di Laurent Micheli, la vicenda di una giovane ragazza trans, costretta ad affrontare un lungo viaggio con il padre, distaccato e ostile, per disperdere le ceneri della madre, recentemente defunta e il 21 alle ore 19.40 Futur Drei di Faraz Shariat, amore e integrazione sullo sfondo della Germania multietnica di oggi. Il 23 alle ore 19.30 si chiude con Fucking with Nobody di Hannaleena Hauru,  il racconto di una regista frustrata, che con la complicità di un gruppo di amici e dell’attore gay Ekku, inscena una finta storia d’amore ad uso e consumo dei suoi follower su Instagram.   Da non dimenticare infine come Extra Festival il 9 settembre alle ore 20.30 a Esterno Notte, l’anteprima Over Tour di Andrea Zanoli, film incentrato su Silvia Gribaudi, una delle più importanti performer e coreografe italiane.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome