Caleido: «A volte serve combattere con la propria emotività per creare qualcosa di artistico»

0
caleido-popcorn-nuovo-album
Foto di Simone Biavati

Momenti di vita, dove i ricordi portano gioia, ma anche malinconia e, con questa, domande a cui, forse, non ha senso cercare risposte.

Sono le storie raccontate nel nuovo album del cantautore Caleido, Cristiano Sbolci all’anagrafe, dal titolo Popcorn, disponibile a partire dal 14 maggio, anticipato dai singoli Senza vento feat. COMETE, Meno male, Sto benissimo e Ridicolo.

“…Sono stati mesi nei quali ho sentito il bisogno di riallacciarmi alle mie radici partendo da quelle semplici cose che forse ho sempre dato per scontato. Il silenzio che si porta dietro un addio, il sale sulla pelle mentre il sole ci scalda, la purezza di un amore che aspettavamo da tutta la vita. Vivere “Pop-Corn” come un viaggio non sarebbe sbagliato, ma forse è meglio semplicemente perdersi tra le note per ritrovarsi un po’ meno soli.”

Le dieci tracce, come ha spiegato l’artista durante la nostra intervista, non sono state scritte nello stesso arco di tempo, alcune, per esempio, risalgono a qualche anno fa.

Inevitabilmente, il titolo riporta all’immagine del cinema, quale sarà stato il film che gli ha “cambiato la vita”?

“Arancia Meccanica– risponde Caleido – Da ragazzetto, quando guardai per la prima volta quel film fu un grande colpo perchè mi resi conto che si può affezionare anche alla parte cattiva…di solito, siamo abituati ad essere dalla parte del buono, del principe, della principessa. Questa è stata una novità e mi ha un po’ sconvolto”

Caleido, l’intervista

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Questa la tracklist di Popcorn:

  • Ridere Ancora
  • Fantastica Feat. Marchettini
  • Domani
  • Senza Vento Feat. Comete
  • Guerra Mondiale
  • Meno Male
  • Bologna
  • Ridicolo
  • Sto Benissimo
  • Silenzio

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Irma Ciccarelli
Classe 93, anno in cui David Bowie pubblica Black Tie White Nois. Campana di nascita, adottata dalla toscana Cortona (sì, la stessa di Jovanotti), da qualche anno vivo a Milano, di cui mi sono innamorata il 29 giugno del 2013. Perché ricordo la data? Perché a San Siro c’erano i Bon Jovi a infiammare il palco, ed io ero lì a sognare di intervistare la band. Ed eccomi qui: giornalista e studente di musicologia, il mio mantra è Long Live Rock, ma guai a chi disprezza i cantautori….e Beethoven (non il cane).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome