Si vive una volta sola

L'equipe chirurgica gioca tiri mancini all'anestesista. Ma...

0

Si vive una volta sola di
Carlo Verdone
con Carlo Verdone, Anna Foglietta, Rocco Papaleo, Max Tortora, Mariana Falace, Sergio Muniz.
Amazon Prime Video

Il professor Verdone e la sua equipe chirurgica (l’assistente Tortora, la ferrista Foglietta) adorano giocare scherzi che si vorrebbero feroci all’anestesista Papaleo. Dovrebbe orecchiare le burle di Amici miei. Sapendo che Verdone è un ipocondriaco di genio ti aspetti un film sulle sue paturnie da laurea in medicina. E invece emerge che Verdone ha una figlia improbabile sempre col culo di fuori per sfondare nello spettacolo, che la Foglietta è sfortunata con gli uomini, che Tortora è cornuto e Papaleo ce l’ha piccolo. In apparenza il livello è questo. Poi si scopre che l’anestesista è malato a morte e gli altri si pentono e lo portano in vacanza. Il range un po’ cambia, dovrebbe essere il consueto cocktail dolceamaro di Verdone rivitalizzato con temi più “cattivi” inseriti da Veronesi (un po’ come quando Verdone aveva tirato dentro Guaglianone per rivitalizzare Benedetta follia) e il risultato sbilenco è un Verdone un po’ più scostumato che perde il ritmo per fare un cinema che non sembra il suo. È un peccato. Per lui e per noi.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome