Måneskin: negativo il test antidroga. Arriveranno le scuse dei francesi?

1

L’Ebu chiude la questione sul presunto uso di droga di Damiano, frontman dei Måneskin, durante la serata finale dell’Eurovision Song Contest. L’European Broadcasting Union, che promuove e organizza l’Eurovision, ha fatto sapere che il test antidroga a cui si è sottoposto volontariamente il cantante è negativo.

Il caso, sollevato dai “cugini d’oltralpe” a vittoria tricolore appena avvenuta, era stato caldeggiato dai media francesi, che chiedevano a gran voce la squalifica della band. Squalifica sostenuta anche dal ministro degli Esteri, Jean-Yves Le Drian.

Qualche ora fa, la Francia aveva già fatto dietrofront, illuminata forse dalla consapevolezza di una figuraccia in mondo visione. La marcia indietro dei francesi conserva però un retrogusto amaro, poiché le accuse hanno macchiato lo spirito dell’evento e colpevolizzato ingiustamente la band. Solo stamattina, la beniamina d’Oltralpe Barbara Pravi, seconda all’Eurovison per la Francia,  ammettendo “a denti stretti” la vittoria dei nostri, diceva:“Se i Måneskin si drogano non è un mio problema”.

No, i Måneskin non si drogano. Il caso è chiuso, come suggerisce l’Ebu. Prima però ci aspettiamo delle scuse ufficiali. Altrimenti è troppo comodo.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome