Federica Carta, Mydrama: «Sì al Ddl Zan. L’amore è amore, basta pregiudizi»

0

Federica Carta è tornata con un nuovo singolo, Tocca a me, un pugno nello stomaco contro ogni forma di pregiudizio. Al suo fianco Mydrama (all’anagrafe Alessandra Martinelli), concorrente di X-Factor 2020: le due si fanno messaggere del diritto ad amare in piena libertà. Il brano, manifesto contro l’omotransfobia, esce – non a caso – a ridosso del mese del pride (giugno). “Speriamo che il messaggio possa arrivare a più persone possibili – raccontano nella nostra intervista – e possa aiutare a capire che l’amore è amore, a prescindere. Questa collaborazione è stata voluta fortemente da entrambe. Tutto è avvenuto in maniera spontanea, ci siamo sentite su Instagram. Dopo Bella così (con Chadia Rodriguez) – continua Federica – in cui parlavo di accettazione e cyberbyllismo, mi sembrava giusto continuare con argomenti socialmente utili, e farlo con Mydrama, che sa quello che fa”.

Il video ufficiale, per la regia di Priscilla Santinelli, vede tra i protagonisti – insieme alle cantanti – anche due rappresentanti della GenZ, da sempre promotori dell’inclusività e della parità di diritti: si tratta di Muriel, celebre youtuber, ed Emanuele Ferrari, uno dei creators più influenti d’Italia. La clip si apre con una serie d’insulti omofobi, una finestra molto dura sulla realtà. “E’ giusto andare diritte al punto, perché è un argomento forte che deve essere affrontato. C’è bisogno di mettere le persone di fronte ai fatti”, dicono all’unisono.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

In attesa di vederle insieme sul palco, “c’è qualcosa in programma per l’estate, non vediamo l’ora di cantare dal vivo”, le due cantanti lanciate dal talent (Amici 2017; X- Factor 2020) si lasciano ispirare dal percorso dei Måneskin. “Abbiamo urlato quando hanno vinto l’Eurovision – ammettono – siamo molto fiere, non pensavamo sarebbe uscito tutto questo patriottismo. Prendiamo ispirazione da loro – aggiunge Alessandra – che da un talent sono arrivati sul tetto d’Europa: chissà che non capiti anche a noi!”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome