I profumi di Madame Walberg

Come Madame Walberg che aveva perso il Naso incontrò il Cervello del suo autista

0

I profumi di Madame Walberg
di Grégory Magne
con Emmanuelle Devos, Grégory Montel, Gustave Kervern, Sergi López, Zelie Rixhon

Il divorziato, disastrato, squattrinato e intristito Guillaume Favre (Montel), autista di limousine a noleggio che per sopravvivere falsifica i rimborsi spese, viene incaricato di portare in missione la scostante e lunare Madame Walberg (Devos), signora che sovverte i rapporti di dipendenza (al punto da mandare fuori dai gangheri il disorientato autista) e che per vivere usa il naso: cerca di combinare aromi e profumi per coprire odori dei disastri ecologici. Ma che come tutti gli eroi lunatici nasconde un fallimento nel suo passato: il naso che le faceva creare profumi sublimi per marche mitiche l’ha tradita e chissà se tornerà mai nell’olimpo degli olfatti che hanno fatto la storia dei profumi. Com’è tipico di questi film il migliore aiuto per l’eroe che ha perso il suo potere è la scoperta di un assistente inaspettato che si scopre, con grande soddisfazione dello spettatore, anche lui, a sorpresa, dotato. Ecco che al naso capriccioso della umorale signora si accompagna il cervello bizzarro e molto pragmatico dell’autista, e il risultato è una commedia di grande rilassatezza e soddisfazione per lo spettatore spesso travagliato da sperimentazioni non riuscite e anche un po’ nevrotiche. Come dire. I profumi di Madame Walberg sono per chi ha naso.

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome