La felicità degli altri

Avete un fidanzato, due cari amici e un successo imminente? Attenzione...

0

La felicità degli altri
di Daniel Cohen
con Vincent Cassel, Bérénice Bejo, Florence Foresti, François Damiens, Daniel Cohen

La Bejo vende abiti e capisce la psicologia dei clienti, Cassell, suo fidanzato un po’ ottuso, vende alluminio e teme l’invasione dei cinesi, l’amica Foresti è agente pubblicitaria e suo marito Damiens vende case. Quando la Bejo su facebook attira l’attenzione di un scrittore che l’invita a scrivere e diventa famosa e ricca al primo romanzo, l’equilibrio dell’amore e dell’amicizia si rompe: Cassel si sente un uomo di serie B, la Foresti e il marito rivendicano che i loro talenti sono molteplici e superiori (in scrittura, musica, scultura, cucina eccetera, però non combinano molto) e passo dopo passo, mentre la Bejo diventa la scrittrice più venduta di Francia, perde gli amici e l’amore. Perché la felicità degli altri, ahi, scatena chimiche nefaste in noi. Il film è molto scritto, i dialoghi sono pungenti e belli, anche un po’ invasivi. Ma è vasta la marea delle stupidaggini di cui ridere e delle cattiverie di cui piangere. Il film ogni tanto è indeciso tra la commedia e il saggio su come gli umani buttano via quasi sempre quello che hanno di bello. Molto francese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome