Fabrizio Moro torna live: il racconto del concerto di Nichelino

0
@Renata Roattino -Jhonninaphoto

Tornare a suonare su un palco era la cosa che più gli era mancata. E questa mancanza la si percepisce tutta nelle quasi due ore di concerto che Fabrizio Moro ha deciso di offrire ai suoi ragazzi, che anche se non hanno potuto scatenarsi come loro solito, sono stati ben felici di tornare, finalmente, a godere della sua musica live dopo oltre un anno e mezzo di attesa.

Ieri sera il tour Canzoni nella stanza ha fatto tappa a Nichelino (TO), nella splendida cornice del castello di Stupinigi. Una location perfettamente azzeccata per un concerto molto più intimo rispetto al solito in cui Moro ha suonato alcuni dei pezzi del suo repertorio in una forma assolutamente inedita accompagnato da Claudio Junior Bielli al piano e Danilo Molinari alla chitarra.

Lo aveva detto, Fabrizio, che avrebbe voluto ricreare sul palco una stanza, con pochi strumenti e una bottiglia di vino per brindare insieme agli amici che dopo tanto tempo ha potuto ritrovare. E così è stato: l’atmosfera quasi magica del castello di Stupinigi, unita alla sua musica, finalmente dal vivo, presentata al pubblico in questa nuova veste più acustica ha creato un clima molto emozionante.

Il sorriso grato di Fabrizio, dall’inizio alla fine del concerto, è la dimostrazione che – forse – lui ha patito questa lontananza più del suo pubblico. Il meteo, che prometteva pioggia fin dalla mattina, è stato clemente a parte qualche goccia di pioggia caduta prima dello spettacolo, e ha contribuito a rendere perfetta una serata che molti aspettavano da tanto tempo.

Dopo minuti interminabili di attesa, ecco che le porte si aprono e salgono sul palco i musicisti, poi arriva anche Fabrizio e la magia può cominciare: si parte da Libero e poi si passa a Domani e poi Melodia di giugno, Nun c’ho niente… Uno dietro l’altro Moro ha intonato alcuni dei suoi pezzi più belli pubblicati in oltre vent’anni di carriera, alternando la musica al racconto di qualche aneddoto legato alla composizione di questo o quel pezzo. Una scaletta in cui hanno trovato spazio, oltre ai grandi successi, anche pezzi un po’ più nascosti, come Respiro, composta da Fabrizio nel periodo in cui ha girato il programma Sbarre nel carcere di Rebibbia e suonata pochissime volte dal vivo. Una girandola di emozioni che però sembra finire troppo presto, nonostante sia passata un’ora e quaranta dall’inizio.

La chiusura, come al solito, affidata a Parole, rumori e giorni e poi a PaceMa il pubblico di Torino non ci sta, e chiede il bis che Moro non rifiuta, perché, evidentemente, dopo tanto tempo lontano, nemmeno lui vuole scendere dal palco così presto.

Le immagini della serata:

La scaletta:
1. Libero
2. Domani
3. Melodia di giugno
4. Eppure mi hai cambiato la vita
5. Nun c’ho niente
6. Il senso di ogni cosa
7. Per me
8. La felicità
9. L’eternità
10. Respiro
11. Non mi avete fatto niente
12. Ho bisogno di credere
13. Giocattoli
14. Sangue nelle vene
15. Acqua
16. Pensa
17. Sono solo parole
18. 21 anni
19. Filo d’ erba
20. Portami via
21. Parole rumori e giorni
22. Pace
23. L’eternità (BIS)

I prossimi appuntamenti live:
23 luglio 2021 – Morrovalle (MC), Area Convento di San Francesco
5 agosto 2021 – Taormina (ME), Teatro Antico
10 agosto 2021 – Forte dei Marmi (LU), Villa Bertelli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome