Veneziani, Zuber, Di Lorenzo, Parkah, Durzo, per un’estate elettronica

0

L’estate 2021, purtroppo, non è una stagione per ballare fino all’alba come se non ci fosse un domani. Almeno in Italia. Ma resta un’estate elettronica.

Nella vicina Croazia, a pochi km da Trieste, succede ovvero si balla. E succede pure in Gran Bretagna, dal 19 luglio, almeno per ora (Boris Johnson ha appena dichiarato che però in autunno al chiuso si ballerà solo da vaccinati).

Forse qui da noi si parla fin troppo di discoteche chiuse o aperte, perché il tema fa opinione, crea tendenze… soprattutto quando il problema viene procrastinato all’inverosimile.

Il risultato è che ovviamente grandi festival come Nameless, in programma a settembre, Lecco, già oggi, non possono far altro che rimandare tutto al 2022.

Qui, come abbiamo fatto altre volte,  senza la pretesa di avere facili soluzioni, parliamo d’altro. Per una volta parliamo di musica che se non può far ballare, almeno potrebbe farlo.

E quindi, che musica gira intorno? Non è, per fortuna, l’estate dei tormentoni. Ma tante belle canzoni che girano intorno possono esserci. Anche in ambito musica elettronica.

Ad esempio, non è affatto male l’EP di Nicola Veneziani (nella foto è ritratto in un bel set a Brixia Romana), “Astra”.

“Durante i mesi trascorsi in lockdown, nel silenzio assoluto della notte causa coprifuoco, stavo ore e ore a guardare le stelle, immutabili nonostante quaggiù sulla terra stesse cambiando tutto così rapidamente”, racconta Nicola Veneziani, che è bresciano. “Questa situazione di immobilità mi ha permesso di tornare in studio e esplorare il mio subconscio alla ricerca di sonorità cosmiche che mi permettessero di intraprendere ‘crociere galattiche’ stando sul divano di casa o davanti al monitor dello studio registrazione. E’ per questo che ogni traccia ha il nome di una stella chiamata in lingue diverse”. 

Astra” arriva per Veneziani dopo tanti dischi pubblicati  in Italia, Inghilterra, Francia e Romania, tracce spesso suonate da top dj come David Guetta, Tiesto e Benny Benassi. E’ un EP stellare, nel senso che è composto da quattro tracce (“Alsephina”, “Bellatrix”, “Chamukuy”, “Unurgunite“), ognuna dedicata a una stella o una costellazione.
Più latino è invece un singolo creato in collaborazione dai dj italiani Ale Zuber e Alessandro di Lorenzo, “Rhythm Is A Dancer (Tu Y Yo)“.
Pubblicato da Intercool Digital, la label di Paola Peroni, il brano ha una melodia d’impatto, che regala allegria ed energia perfette per l’estate, sia pure un’estate complicata come quella che stiamo vivendo.
Altra coppia di dj italiani e altro genere musicale.

I giovani Parkah & Durzo sembrano già indirizzati verso il tetto delle chart.

Il loro remix di Burak YeterFriday Night è davvero un passo importante per la loro carriera. Perché se il nome Burak Yeter non è ancora sinonimo di fama assoluta in Italia, la sua  “My Life Is Going On”, colonna sonora della celeberrima serie “La Casa di Carta”ce l’abbiamo tutti nelle orecchie. E’ musica elettronica, certo, ma facile facile.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Avatar
Giornalista & comunicatore (o viceversa), Lorenzo Tiezzi sta online più o meno tutto il giorno. Il sito della sua agenzia è www.lorenzotiezzi.it, il suo clubbing blog AllaDiscoteca.com. All'attività di comunicatore affianca quella di giornalista freelance. Scrive di tendenze, musica, nightlife, ovvero, riassumendo all’osso, di amenità. Fiorentino, classe ‘72, si è laureato in Dams Musica nel 1996. Prima di dedicarsi a giornalismo e comunicazione ha lavorato in tv come coautore e curatore (Tmc2, Mtv) e in teatro come direttore di palco. Appassionato di arte, vino e sport, nel novembre 2013 ha corso la sua prima maratona e punta tutto su un tempo improbabile (3h e 30’’).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome