1° agosto 1965, nasce Sam Mendes

0
Sam Mendes

“Non voglio essere conosciuto per una cosa. Non voglio avere un aggettivo basato sul mio nome. So cosa significa Kubrick-iano o Lynch-iano o Bergman-iano, ma non ci sarà mai un Mendes-iano”.

Ci spiace doverlo dire al buon Sam, un suo stile è individuabile (almeno fino ai titoli di Bond), o almeno lo è il ricorrere di alcuni topoi: la lentezza (mai noiosa però), la ricerca o il ricreare una famiglia (i genitori di Mendes si separarono quando lui aveva 5 anni), la pioggia (vera o acida, o fatta di petali o altro che cade) che spesso va a rimarcare eventi luttuosi, la splendida musica di Thomas Newman, e poi la scelta dei colori dominanti, quasi a dare un tono al mood prevalente del film.

Se in American Beauty (1999, suo unico Oscar) era il rosso della passione, in Era mio padre (2002) era il verde della speranza, in Jarhead (2005) il bianco del vuoto, in Revolutionary Road (2008) il giallo che soffoca.

Rimane ad ogni modo camaleontico lo stile del regista inglese educato a Cambridge (ed ex-marito di Kate Winslet, che ha diretto una volta): e dopo aver parzialmente rilanciato James Bond grazie a Skyfall (2013), un po’ meno con Spectre (2015), passa anche alla scrittura con l’eccellente 1917, suo ultimo lavoro datato 2019.

Altre ricorrenze

  • 1942, nasce Giancarlo Giannini, grande attore e grande doppiatore, Pasqualino Settebellezze, Mimì metallurgico, L’innocente, Man on fire, ecc..
  • 1979, nasce Jason Momoa, attore di Conan The Barbarian e Aquaman in Batman vs Superman
  • 1990, nasce Jack O’Connell, attore di Unbroken e ‘71

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome