“Vi conviene stare zitti e buoni”: è l’Italia che sogna ancora

1
È l’Italia che si risveglia, l’Italia che corre, l’Italia che si abbraccia e domina il mondo. Dalla vittoria dei Måneskin all’Eurovision al trionfo degli Azzurri agli Europei di calcio, con i due ori leggendari di Jacobs e Tamberi, conquistati a Tokyo nel giro di pochi minuti, incorniciamo un’estate memorabile per il tricolore. L’uomo più veloce del mondo e il saltatore più forte del mondo ci regalano la capacità di spingerci oltre i nostri limiti. Siamo italiani, caduti tante volte, mortificati anche da noi stessi, ma capaci come nessuno di stringere i denti e rialzarci ancora e ancora. Ce l’eravamo solo dimenticati, di quanto possiamo correre più veloce di tutti, saltare più in alto di tutti, convinti di essere sempre un passo indietro agli altri. E invece no.
“Vi conviene stare zitti e buoni” non era un monito per noi stessi, semmai per gli altri. L’Italia è un Paese che ci crede, che lotta, che resiste. Contro ogni pregiudizio, e anche contro sé stessa. Siamo ancora noi, un Paese capace di sognare ancora. Siamo italiani, ed è bellissimo così.
Anche i media stranieri celebrano la magica estate italiana, dedicando ampio spazio alla vittoria degli Azzurri dell’atletica. È l’anno dell’Italia, lo rimarca anche l’account dell’Eurovision Song Contest. “L’Italia vince tutto”, e si riprende il suo orgoglio.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome