Eurovision 2022, le città ancora in corsa

0

Continua la procedura di selezione della città che ospiterà la prossima edizione dell’Eurovision Song Contest. La competizione canora il prossimo anno si svolgerà in Italia, dopo la vittoria dei Maneskin a Rotterdam lo scorso maggio.

Erano diciassette le città che avevano avanzato la loro candidatura rispondendo al bando aperto a tutti nella prima fase del processo di selezione. Nella seconda fase sono undici le città che hanno presentato il progetto alla Rai e all’EBU: Acireale, Alessandria, Bologna, Genova, Milano, Palazzolo Acreide, Pesaro, Rimini, Roma, Sanremo e Torino (escluse Firenze, Trieste, Matera, Viterbo, Bertinoro di Romagna e Jesolo).

Di queste, Bologna e Rimini hanno ottenuto il sostegno dalla Regione Emilia-Romagna, mentre Torino ha approvato due mozioni in Consiglio Comunale oltre al supporto della Regione.

La decisione definitiva da parte di Rai ed EBU è attesa per la fine di agosto. La selezione avverrà sulla base di requisiti ben precisi stabiliti dall’EBU che riguardano sia le strutture che ospiteranno la competizione (un’arena al coperto con capienza di almeno 8.000 spettatori) che le infrastrutture e i collegamenti di cui dispongono le città ancora in gara.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome