Addio a Charlie Watts

0

È morto Charlie Watts, storico membro dei Rolling Stones, uno dei più grandi batteristi di sempre. Aveva 80 anni.

La notizia è ufficiale, ed è stata diramata dall’ufficio stampa della band inglese: «È con immensa tristezza che annunciamo la morte del nostro amato Charlie Watts. È morto serenamente in un ospedale di Londra, circondato dalla sua famiglia».

«Chiediamo gentilmente che la privacy della sua famiglia, dei membri della band e degli amici intimi sia rispettata in questo momento difficile» conclude la nota.

Lo scorso 5 agosto era stato operato d’urgenza per una disfunzione cardiaca, per questo aveva annunciato che non avrebbe partecipato al tour dei Rolling Stones programmato per il prossimo autunno. Con l’ironia che lo ha sempre contraddistinto, il leggendario batterista degli Stones aveva commentato: «Per una volta, il mio tempismo è stato leggermente sbagliato».

Charlie Watts

Nato a Londra il 2 giugno 1941, si unì al nucleo originale dei Rolling Stones (all’epoca composto da Mick Jagger, Keith Richards, Bill Wyman e Brian Jones) nel gennaio del 1963. Già allora era un batterista molto quotato: si era fatto le ossa nella mitica Blues Incorporated di Alexis Corner.

Pur avendo militato con i Rolling Stones per 58 anni consecutivi, diventandone un cardine imprescindibile, Charlie Watts è sempre stato un grande appassionato di jazz e nei momenti di pausa della band portava avanti progetti collaterali, divertendosi a a suonare con ottimi jazzisti e ad incidere album in cui riproponeva standard con varie formazioni.

Grazie al suo stile davvero particolare, con quel tocco jazzato e molto swing, appariva regolarmente in tutte le classifiche elaborate nell’ultimo mezzo secolo dedicate ai migliori batteristi. Keith Richards, compagno di mille avventure, era solito ripetere: «Charlie è il miglior batterista con cui abbia mai suonato».

Charlie Watts

Chiudiamo con una foto scattata nel 1981 da Helmut Newton e diffusa proprio oggi dalla casa discografia dei Rolling Stones per annunciare l’uscita, il prossimo 22 ottobre, di una speciale edizione di Tattoo You in occasione del suo 40esimo anniversario.

Charlie Watts
Rolling Stones by Helmut Newton

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Massimo Poggini
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino) e "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi". Ultimo libro uscito: "Massimo Riva vive!", scritto con Claudia Riva.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome