Nevermind dei Nirvana: la causa per la copertina

0

Spencer Elden, il bambino che ha posato per l’iconica copertina di Nevermind dei Nirvana, è attualmente un trentenne di Los Angeles e nelle ultime ore è tornato a far parlare di sé per aver fatto causa agli ex componenti della band.

I suoi avvocati sostengono infatti che la foto in questione possa essere considerata materiale pedopornografico e che abbia provocato al loro cliente «danni permanenti» e che la presenza della banconota da un dollaro suggerisce in qualche modo che il bambino possa essere «un sex worker».

La richiesta da parte del giovane – che negli anni ha sempre parlato del suo rapporto con questa “fama” e ha posato in occasione del 25° anniversario dell’album – è di 150 mila dollari da ciascuna delle persone coinvolte nella realizzazione e commercializzazione della copertina: i membri della band ancora in vita, l’ex moglie di Cobain, il fotografo che ha scattato la foto, il direttore artistico dell’album e vari rappresentanti delle etichette discografiche che hanno pubblicato e distribuito il disco negli ultimi trent’anni.

Elden ha già intentato (e perso) una causa per non aver mai ricevuto un compenso per la sua prestazione (200 dollari), sottolineando anche che i suoi genitori non avevano autorizzato l’utilizzo della foto.

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Cristina Scarasciullo
Tanti interessi, tutti diversi, ma che in comune hanno una cosa: scrivere. Non fa altro da quando ha imparato e sogna che questo diventi il suo mestiere. Cittadina del mondo con la Puglia nel cuore e uno zaino sempre pronto per nuove esperienze. Tra le più giovani collaboratrici del sito, non le manca il carattere per difendere le sue idee.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome