Come un gatto in tangenziale Ritorno a coccia di morto

Secondo round tra la parrucchiera Cortellesi e il ripensatore di periferie Albanese

0

Come un gatto in tangenziale -Ritorno a coccia di morto
di Riccardo Milani
con Paola Cortellesi, Antonio Albanese, Luca Argentero, Claudio Amendola, Sonia Bergamasco

Il gatto in tangenziale dura poco, così doveva durare la storia d’amore tra Cortellesi parrucchiera sottoproletaria e Albanese raffinato e democratico ripensatore di periferie nel primo film:  attratti dalla carne e allontanati dalle differenze sociali. Si ricomincia: La Cortellesi finisce a Regina Coeli per via delle sorelle gemelle smandrappate e ladre e Albanese cerca di riabilitarla in un progetto creativo e artistico: lui ha la figlia che studia a Londra, lei ha il figlio che fa il cameriere a Londra, avete capito come va, c’è sempre l’ex moglie con l’ossessione per la lavanda provenzale (per cui si sente francese) e una nuova fidanzata colta e creativa per lui: il progetto riabilitativo è vicino a una parrocchia con suore da barzelletta e un prete bello attento ai bisogni degli ultimi dei palazzotti occupati. Primi, ultimi, creativi, cretini, idealisti e sfruttatori, radical chic e sciampiste sono tutti da santino buffo: squadra che vince non si cambia. Coccia di morto è la spiaggia sottoproletaria di Lido di Fiumicino dove i nostri eroi si danno i grandi appuntamenti. Proposta come gioco dell’estate in  alternativa snob a Capalbio (sui giornali, non nel film)

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome