Amadeus all’Arena di Verona: svelato il cast dello show

0

Due serate in una cornice decisamente speciale per ripercorrere tre decenni di musica attraverso i suoi protagonisti. Questo è il desiderio di Amadeus, che i prossimi 12 e 14 settembre sarà protagonista all’Arena di Verona di Arena Suzuki ’60 ’70 ’80, decenni ricchissimi di hit che faranno ballare il pubblico. Canzoni che sono state rese grandi anche sul palco dell’Arena:

 «Saranno due serate di grande festa per tutti con alcuni dei protagonisti musicali di questo trentennio che saranno presenti all’Arena dal vivo per far cantare e ballare tutti – spiega Amadeus. Una serata per i giovanissimi che conoscono queste hit intramontabili e i meno giovani che hanno voglia di ricordare. Per me è una grande emozione, un debutto. È la mia prima volta come conduttore all’Arena, pur essendo cresciuto a Verona non è accaduto nella mia carriera, neanche ai tempi del Festivalbar. E tornerò a fare il mio primo lavoro: il disc jockey. Sarà bellissimo e ci divertiremo insieme».
 
Tanti gli ospiti che si alterneranno sul palco; artisti italiani e internazionali che hanno fatto la storia   degli anni ’60 ’70 ’80: da gruppi come gli Europe, che con la loro “The Final Countdown” hanno segnato un’epoca, i Village People con “Ymca”, gli Alphaville di “Forever Young” e gli OPUS di “Live is life”, a grandi star italiane come Gianna Nannini, Loredana Bertè, Roberto Vecchioni, Raf, Umberto Tozzi, Patty Pravo. Poi ancora Alan Sorrenti con “Figli delle stelle”, Rettore, Gazebo, re della disco music con brani come “I Like Chopin” e “Masterpiece”, Orietta Berti, Edoardo Vianello, Righeira, Tony Hadley degli Spandau Ballet, Marcella Bella, Sabrina Salerno, Samantha Fox, sex symbol degli anni ’80 e regina delle classifiche internazionali con hit come    “Touch Me (I Want Your Body)” e “Nothing’s Gonna Stop Me Now”, Fausto Leali, SpagnaSandy Marton con “People  from Ibiza”, Sergio Caputo, Tracy Spencer , Peppino Di Capri  e Maurizio Vandelli dell’Equipe 84.
 
Questi show, che segnano la prima volta di Amadeus alla conduzione sul palco dell’Arena nella “sua” Verona, porteranno il pubblico a rivivere tre decenni emozionanti della musica in Italia, punteggiati dai racconti del padrone di casa, che faranno da filo conduttore durante le serate.
 
Per “ARENA SUZUKI ’60 ’70 ‘80” Amadeus tornerà nel ruolo del dj: molte di queste canzoni, infatti, sono  le stesse che proponeva nelle serate in discoteca all’inizio della sua carriera e poi quando si è fatto strada nel mondo della radio. Da dietro una consolle, che sarà uno dei nuclei fondamentali della scena,  Amadeus farà ascoltare il suo repertorio da dj-vocalist, la sua playlist, un diario sentimentale articolato anche dai suoi incontri con gli ospiti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome