Weekend al cinema con Shang-Chi e Mondocane

0
Shang-Chi

Mentre è in pieno svolgimento la Mostra del Cinema di Venezia, il weekend vede l’arrivo nelle sale italiane di sette nuovi film. Faticosamente la stagione entra nel vivo, con la speranza condivisa che i film al cinema tornino presto ad essere una consuetudine.

Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli di Destin Daniel Cretton è un film prodotto dai Marvel Studios e basato sull’omonimo personaggio della Marvel Comics. Al centro della trama c’è Shang-Chi, maestro di Kung-Fu, costretto ad affrontare un’organizzazione terroristica che si chiama Dieci Anelli, comandata da Mandarino, un personaggio con il quale ha già avuto a che fare nel suo passato.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Mondocane di Alessandro Celi è stato presentato a Venezia nell’ambito della Settimana Internazionale della Critica. Il film è ambientato a Taranto, in un futuro prossimo. La città è quasi deserta e i pochi abitanti sopravvivono come possono. Qui vivono due ragazzini di 13 anni, entrambi orfani, che sognano di entrare a far parte delle Formiche, una gang criminale che imperversa in città. Solo uno dei due sarà però accettato. L’attore principale del film è Alessandro Borghi.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Il collezionista di carte di Paul Schrader è in concorso a Venezia e racconta la storia di un ex militare che si guadagna da vivere come giocatore di poker professionista. L’incontro con un giovane in cerca di vendetta riporterà a galla il suo oscuro passato. Oscar Isaac è l’attore principale, ma nel cast c’è anche Willem Dafoe.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Figli del sole di Majid Majidi era invece in concorso a Venezia lo scorso anno ed è stato scelto dall’Iran per la corsa all’Oscar come miglior film internazionale di quest’anno, senza però riuscire ad entrare nella cinquina. La storia è ambientata nei sobborghi di Teheran, dove alcuni ragazzini scoprono l’esistenza di un tesoro nascosto. Per raggiungerlo dovranno però iscriversi ad un istituto di beneficenza che si trova sopra lo stesso.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Sibyl – Labirinti di donna di Justine Triet ha partecipato in concorso al Festival di Cannes del 2019. Al centro della trama c’è una psicoterapeuta impegnata nella scrittura di un romanzo. Troverà una fonte di ispirazione in una sua paziente, attrice emergente e problematica, alle prese con una difficile relazione sentimentale.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Malignant di James Wan è un horror, la cui protagonista è una donna che ha delle visioni: omicidi che inizialmente crede esistano solo nella sua testa, ma che invece avvengono realmente anche nella realtà. Si metterà così alla ricerca dell’assassino, scoprendo un nome che appartiene al suo passato.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Europa di Haider Rashid è stato presentato all’ultimo Festival di Cannes nella sezione Quinzaine des Réalisateurs. Racconta la storia di un giovane iracheno che intraprende un lungo viaggio a piedi nel tentativo di raggiungere l’Europa. Catturato dalle guardie al confine fra Turchia e Bulgaria, riuscirà a scappare e troverà rifugio in una folta foresta, dove per lui inizierà un’altra lotta per la sopravvivenza.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome