“The Beatles and India”, il documentario sull’incredibile viaggio dei Fab Four in India nel 1968

0

“The Beatles and India”, un nuovo importante documentario presto in arrivo anche in Italia e “Songs Inspired By The Film The Beatles And India”, un album (come dice il titolo) di canzoni ispirate al film, sono la testimonianza del periodo culturalmente rivoluzionario trascorso dai Beatles nel 1968 in India.

Rari filmati d’archivio, registrazioni e fotografie, testimonianze oculari e commenti di esperti insieme a riprese effettuate in tutta l’India, portano in vita l’affascinante viaggio di George, John, Paul e Ringo verso un remoto ashram himalayano in ricerca di beatitudine spirituale che si rivelerà essere un fervido momento di songwriting creativo.
È la prima seria esplorazione di come l’India abbia plasmato lo sviluppo della più grande rock band di sempre e il ruolo pionieristico dei Fab Four nel collegare due culture molto diverse tra loro.

Il documentario ha vinto il premio Best Film Audience Choice e Best Music in Tongues On Fire, l’Asian Film Festival 2021 nel Regno Unito, dove è stato presentato in anteprima all’inizio di quest’anno. Come parte della selezione ufficiale del festival, il film è stato proiettato al Thessaloniki Documentary Festival (Grecia) a giugno e sarà presentato al Film Fest Gent (Belgio) e al Valladolid International Film Festival (Spagna) a ottobre.

In attesa dell’arrivo, a breve, anche in Italia del film, è stata annunciata l’uscita del disco Songs Inspired By The Film The Beatles And India, prevista per il 26 novembre 2021, contenente 19 canzoni, alcune delle quali, scritte durante la permanenza dei Beatles in India nel 1968 e reinterpretate da artisti indiani contemporanei.

Ad accompagnare l’annuncio ecco la pubblicazione della traccia “Tomorrow Never Knows”, interpretata dalla cantante indiana Kiss Nuka che segue le precedenti “India India” e “Mother Nature’s Son”.

L’album è la prova dell’eredità di un importante crossover culturale e presenta un cast diversificato di artisti indiani – Vishal Dadlani, Kiss Nuka, Benny Dayal, Dhruv Ghanekar, Karsh Kale, Anoushka Shankar, Nikhil D’Souza, Soulmate e molti altri – ognuno con un proprio ben definito stile musicale e contiene un importante ventaglio di influenze e tecniche indiane contemporanee e classiche. Gli artisti presenti nel disco hanno un seguito incredibile in tutta l’India e non solo, con oltre 11 milioni di ascoltatori mensili di Spotify combinati e oltre 3 miliardi di visualizzazioni, sempre combinate, su YouTube.

L’album contiene le canzoni dei Beatles scritte durante il loro soggiorno a Rishikesh, in India, tra cui Mother Nature’s Son, Revolution, Sexy Sadie, Dear Prudence, Child of Nature, tra le altre.
L’uscita fisica dell’album su CD e vinile includerà anche un disco bonus dell’ipnotica colonna sonora del film, che è stata scritta dal pluripremiato compositore Benji Merrisone registrata all’Abbey Road Studio 2, a Budapest, in Ungheria e a Pune, in India. Sia un compositore di formazione classica che un abile produttore musicale e ingegnere, Benji ha composto musica per centinaia di progetti tra film, televisione, installazioni ed eventi. La sua caratteristica voce musicale è molto richiesta ed è noto per SAS: Red Notice, Forces of Nature con Brian Cox, Dynasties, General Magic.

“Songs Inspired By The Film The Beatles And India” – TRACKLIST:
1. Tomorrow Never Knows – Kiss Nuka
2. Mother Nature’s Son – Karsh Kale / Benny Dayal
3. Gimme Some Truth – Soulmate
4. Across The Universe – Tejas / Maalavika Manoj
5. Everybody’s Got Something To Hide (Except Me And My Monkey) – Rohan Rajadhyaksha / Warren Mendonsa
6. I Will – Shibani Dandekar / Neil Mukherjee
7. Julia – Dhruv Ghanekar
8. Child Of Nature – Anupam Roy
9. The Inner Light – Anoushka Shankar / Karsh Kale
10. The Continuing Story Of Bungalow Bill – Raaga Trippin
11. Back In The USSR – Karsh Kale / Farhan Ahktar
12. I’m So Tired – Lisa Mishra / Warren Mendonsa
13. Sexy Sadie – Siddharth Basrur / Neil Mukherjee
14. Martha My Dear – Nikhil D’Souza
15. Norwegian Wood (This Bird Has Flown) – Parekh & Singh
16. Revolution – Vishal Dadlani / Warren Mendonsa
17. Love You To – Dhruv Ghanekar
18. Dear Prudence – Karsh Kale / Monica Dogra
19. India, India – Nikhil D’Souza

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Mattia Luconi
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome