ANote vuole cambiare il modo di investire in diritti musicali

0
ANote
Musica

Una volta parlare di discografia o più in generale di musica significava quasi essenzialmente dischi e concerti. Ma con gli anni sono emersi anche per “il popolo” concetti come management, edizioni (con tanto di diritti connessi). E per quel mondo a volte imperscrutabile da noi poveri mortali che si chiama finanza, l’industria discografica e tutto quello che ci gira intorno è diventato degno di attenzione. Là dove c’è odore di business, da sempre la creatività si scatena.

Ne è un esempio concreto la nascita di una società chiamata ANote Music, fondata in Lussemburgo nel gennaio del 2018 con lo scopo di legare l’industria musicale con i mercarti del capitale e diventata in fretta il marketplace europeo per gli investimenti in diritti musicali. Detto con parole più semplici, ANote dà la possibilità a editori, etichette discografiche e artisti di vendere i diritti della propria musica, ottenendo così nuove possibilità di finanziamento e offrendo agli utenti una nuova forma di investimento.

In concreto, facendo un esempio terra a terra ma comprensibile a tutti, i fan di un determinato musicista, per esempio Rod Stewart o Lady Gaga, hanno la possibilità di acquistarne un “pezzettino” della società a questi legata. Ovviamente se uno vuole andare sul sicuro, punta su nomi già affermati. Se invece è più portato per il rischio può puntare su emergenti, che magari non renderanno mai niente, se non dovessero avere successo, oppure si rivelerebbero un buon investimento nel caso in cui dovessero “esplodere”.  

Ad oggi, il totale racconto da ANote super il milione e mezzo di euro. Ma la società punta ad espandere ulteriormente il proprio raggio d’azione, infatti ha appena nominato due nuovi senior advisor, l’americano Mathew Knowles (autore, imprenditore e produttore di successo: ha lavorato con tantissimi artisti, dagli Earth Wind & Fire alle Destiny’s Child) e l’italiano Carlo Antonelli, già discografico e poi direttore di varie riviste (Rolling Stone Italian, Wired, GQ Italia). 

Grazie all’unione delle rispettive esperienze nella musica e nell’intrattenimento di Knowler e Antonelli, ANote proverà a indirizzare al meglio il tentativo di scardinamento dei tradizionali modelli di investimento nel settore musicale. 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome