Una notte da dottore

Il dottor Abatantuono ha la sciatica e manda il rider Matano a curare i malati per lui

0

Una notte da dottore
di Guido Chiesa
con Diego Abatantuono, Frank Matano, Giorgia Spinelli, Alessandro Betti, Luciano Miele

Il dottor Abatantuono -che gira di notte come come guardia medica  -incappa in una violenta lombaggine e nel rider Matano. L’idea canaglia è di stare seduto in macchina e di mandare il rider negli appartamenti dei malati pilotandolo con cellulare e auricolari. A parte i primi ovvi equivoci il rider si dimostra entusiasta e dotato di empatia: ai malati piace, ha pazienza, si interessa anche all’anima oltre che al corpo e tutto sommato, a parte qualche piccolo brivido, sotto il controllo del dottor Abatantuono non ammazza nessuno, anzi, in qualche modo guarisce il suo estemporaneo datore di lavoro da annosi problemi di cuore, famiglia e altri dolori sentimentali. C’è qualche intermezzo comico un po’ loffio e qualche eccesso di melassa, ma nel complesso Matano gioca a fare il giovane e Abatantuono tenta l’impresa alla Orson Welles di recitare da fermo con il sopracciglio e il repertorio. Ce la fa. Complice la furbizia di utilizzare sceneggiature straniere già rodate (forse non è originale, ma bisogna saperlo fare): la versione originale era Chiamate un dottore! di Tristan Séguéla. Sarà per l’aderenza all’originale ambientato a Natale (questo no), ma sembra un film di Natale fuori calendario. Non è detto che sia un male

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome