“Crocodile rock”, in un libro il curioso rapporto tra musica e animali

0
Elton John Crocodile Rock

Venerdì 5 novembre è stato pubblicato Crocodile Rock – Storie, aneddoti, curiosità e tutto ciò che unisce musica e animali (Hoepli), la nuova opera editoriale dello scrittore e giornalista musicale Ezio Guaitamacchi e del musicista e scrittore Antonio Bacciocchi , che per la prima volta raccoglie in un libro tutti i legami esistenti tra il mondo della musica e quello degli animaliRicco di immagini e illustrazioni, Crocodile Rock è impreziosito dalla testimonianza di Laurie Anderson, musicista e regista statunitense autrice del film Heart of a dog (2015), dedicato alla sua cagnolina Lolabelle. All’interno del volume, i due autori analizzano come all’origine del suono ci sia il mondo animale e soprattutto come, attraverso storie, aneddoti e curiosità su canzoni, album e band che hanno fatto la storia, il mondo del pop-rock sia stato catturato dal fascino “bestiale” di cuccioli, belve feroci, insetti, serpenti o volatili:

 «È stato un lavoro lungo e complesso —  racconta Antonio Bacciocchi — Praticamente ogni rockstar ha avuto o possiede un animale da compagnia. Trovare storie significative e selezionarle è stato davvero impegnativo. Credo che alla fine sia uscito il meglio, ma ci sarebbe materiale per un’altra decina di libri sull’argomento»

Crocodile Rock

Nella prima sezione del libro, con la supervisione del musicista e ricercatore Walter Maioli, si analizza il rapporto tra musica e natura e si spiega come l’uomo abbia imparato a parlare, cantare e suonare imitando voci e ritmi del mondo animale, per poi proseguire analizzando band e artisti, italiani e internazionali, che hanno scelto di utilizzare come nome d’arte quello di un animale e quindi giungere al racconto di album e canzoni ispirati al mondo animale. Crocodile Rock racconta inoltre i rapporti tra le rockstar e i loro cuccioli, descrive le varie organizzazioni animaliste supportate dalle star della musica e il loro schierarsi contro il consumo di carne e svela un mix di curiosità e stranezze riguardante il connubio animali e musica che lascerà il lettore impaziente di saperne di più.

«Quando Paul Winter mi fece ascoltare quei duetti poetici tra il suo sax e il canto delle balene o l’ululato dei lupi, mi sono commosso. Proprio come le canzoni degli Eagles o dei Byrds avevano fatto “volare” la mia fantasia di “ragazzo degli anni ’70″. Aver collaborato con Greenpeace insieme ai Clannad o gli U2 è stato entusiasmante, tanto quanto l’aver condiviso l’affetto dei nostri cuccioli con moltissimi musicisti amici. Vedere poi il mio cagnolino Dylan, sul palco, insieme a Laurie Anderson è stata un’emozione indescrivibile —  racconta Ezio Guaitamacchi — Questo libro, che senza presunzione è il primo al mondo a raccontare in modo completo il rapporto tra musica e animali, rende pubblici questi ricordi privati ma anche tantissime storie che valeva davvero la pena narrare».

Dalla curiosa vicenda dei “Ragni di Marte” al cagnolino che salvò la vita di Dolly Parton, dalla genesi “rock” di Greenpeace al vegetarianismo di Paul McCartney, dai gruppi metal che hanno un pappagallo come cantante ai latrati di Seamus in un brano dei Pink Floyd, Crocodile Rock  si rivela anche una preziosa e divertente fonte di aneddotica e di curiosità.

QUI, la pagina della Hoepli sulla quale è possibile acquistare il volume. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome