Torna il B.A. Film Festival 2021

Dall’8 al 12 novembre 2021 a Busto Arsizio la XIX edizione della manifestazione con anteprime cinematografiche, ospiti e l’ultimo film interpretato da Libero De Rienzo

0
Foto film Non odiare

Saranno presenti tra gli altri Alessandro Haber, Francesco Fei, Elisabetta Villaggio

La manifestazione si apre l’8 novembre con il film Cosa sarà di Francesco Bruni, la storia di “un regista di commedie che non fanno più ridere”, mentre il 9 novembre sarà presentato Mi chiedo quando ti mancherò di Francesco Fei, che accompagnerà il film al festival, racconto autobiografico della malattia del regista. La pellicola ha girato il mondo partecipando a oltre 70 Festival, ottenendo 6 candidature ai nastri d’Argento e 3 candidature ai David di Donatello. Seguirà il 10 novembre Non odiare di Mauro Mancini, con Alessandro Gassmann nei panni di affermato chirurgo di origine ebraica, che deve decidere di salvare la vita ad un uomo ferito, vittima di un pirata della strada, ma che ha sul suo petto un tatuaggio nazista e poi Takeaway di Renzo Carbonera, l’ultimo film interpretato da Libero De Rienzo. L’11 tocca a Come un gatto in tangenziale – Ritorno a coccia di morto di Riccardo Milani e il 12, alla presenza del regista, sarà proiettato Il talento del calabrone di Giacomo Cimini, storia di Steph, giovane dj radiofonico in forte ascesa. Tra le curiosità il 10 novembre il cartellone propone Fellini – Io sono un clown di Marco Spagnoli. Al centro la strana e meravigliosa storia di Peter Goldfarb, il giovanissimo produttore americano che nel 1967 convinse, per la prima volta, Federico Fellini, il più grande regista di tutti i tempi, a lavorare per la televisione americana. Il 9 novembre tocca al documentario Django & Django – Sergio Corbucci Unchained di Luca Rea e Steve Della Casa. Quentin Tarantino, narratore d’eccezione, racconta perché Sergio Corbucci è “il secondo miglior regista di western italiani”, come afferma un personaggio nel suo recente film C’era una volta a Hollywood e come conferma la sua scelta di realizzare Django Unchained ispirandosi a un film di Corbucci degli anni Sessanta. E ancora il 10  Elisabetta Villaggio presenterà il suo libro Fantozzi dietro le quinte. Un memoir privato e insieme un racconto corale, un’incursione autentica nella vita di Paolo Villaggio e poi un’altra, inedita e fitta di testimonianze di prima mano, nel dietro le quinte del suo personaggio più memorabile: Ugo Fantozzi.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome